Oggi è l'8 di gennaio: lasciate entrare Ascanio!

L'8 gennaio si celebra, come ogni anno, l'Ascanio Day con la hit virale "Esce, ma non mi rosica"

L’8 gennaio si celebra l’Ascanio Day grazie alla canzone “Esce, ma non mi rosica” e sui social spopola l’hashtag #Ascanio al grido del “Il Lasonil ci brucia”. Questa canzone è ormai diventata un appuntamento fisso di inizio anno e una hit amatissima dal popolo del web.

L’idea è nata quasi dieci anni fa quando Celestino Camicia decise di prendere una canzone iraniana e “renderla italiana”. La scelta cadde su un singolo del cantante iraniano Shahram Shabpareh, molto famoso in patria. Ovviamente Celestino non conosceva la lingua farsi, perciò iniziò a tradurla semplicemente seguendo le assonanze con l’italiano e inserendo dei sottotitoli geniali. Il video, postato su Youtube, divenne in breve tempo virale, creando un vero e proprio fenomeno del web, che riesplode ogni 8 gennaio.

Il testo racconta le vicende di Ascanio, un uomo che è stato buttato fuori di casa dalla moglie Jole che è alle prese con un bambino con l’herpes. “Giralo là, che chiamo Miccoli! / Alza l’antenna: ho detto Miccoli!” recita il testo, per non parlare del ritornello in cui il cantante grida: “Hey, lascia entrare Ascanio, / dall’otto di gennaio! / Perciò, limarla è tosta: / esce, ma non mi rosica!”.

Facile capire come mai la hit è diventata virale. Non solo la traduzione surreale è davvero divertente ed esilarante, ma anche il video girato in Iran non è da meno, con scene improbabili e decisamente trash, accompagnate da una melodia dell’epoca pre-khomeinista.

Shahram Shabpareh, l’autore della canzone modificata da Celestino Camicia in occasione dell’8 gennaio, è in realtà un cantante molto conosciuto nel suo paese con alle spalle 40 anni di carriera pop e milioni di dischi venduti. In Iran è considerato un vero e proprio mito, un musicista a tutto tondo e un asso della batteria. Dal 2008, grazie all’improbabile traduzione della sua canzone, Shahram è diventato un mito anche in Italia.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti