A Milano è possibile entrare nel Sottomarino delle Illusioni

Fino al 31 gennaio 2022 la mostra per esplorare le meraviglie degli oceani

19 Ottobre 2021
Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!
Fonte: 123rf

Gli oceani raccontati attraverso il linguaggio delle illusioni. Accade a Milano, precisamente all’Università Bicocca, fino al 31 gennaio 2022 con la mostra Illusiocean: un sottomarino delle illusioni per immergersi nei fondali delle Maldive, un cinema sottomarino, un corner per esplorare le meraviglie del reef e una stanza degli specchi per ‘nuotare’ tra i banchi di meduse.

L’esposizione è dedicata alla tutela dell’ecosistema marino, ed è ideata e coordinata da Paolo Galli, docente di ecologia dell’ateneo, e realizzata in collaborazione con Mondadori Media, Museo Nazionale del Cinema di Torino e 500 studenti delle scuole superiori. L’esperienza permette di lasciarsi affascinare dalla suggestiva biodiversità del mare e dai segreti del suo ecosistema.

Come riporta Milanotoday.it, tra gli scopi dell’esposizione dedicata al mare c’è quello di sensibilizzare sull’importanza di raggiungere gli obiettivi fissati dalle Nazioni Unite per il decennio delle scienze oceaniche per lo sviluppo sostenibile (2021-2030), in particolare l’Obiettivo 14: conservare e utilizzare in modo sostenibile gli oceani, i mari e le risorse marine.

Tre sono le aree tematiche del percorso espositivo. Nella prima ci sono quattro stanze e due corner, ognuno in grado di raccontare un aspetto riguardante il mare: dalla biodiversità degli ecosistemi marini tropicali al problema dell’inquinamento da plastica.

La seconda area della mostra ospita 30 gigantografie realizzate da grandi esperti di fotografia subacquea – tra i quali Massimo Boyer – raffiguranti le suggestive illusioni create dalla natura che rendono ancora più spettacolari i nostri oceani: il mimetismo di alcune specie di pesci, o il fenomeno che genera l’effetto delle cascate sottomarine a Mauritius, nell’Oceano Indiano.

Infine il terzo blocco, che è dedicato ai lavori svolti dagli studenti dei Licei scientifici Vittorio Veneto di Milano e Luigi Cremona di Milano e dell’Istituto tecnico agrario Emilio Sereni di Roma. Nei mesi scorsi circa 500 studenti hanno partecipato ai ‘Percorsi per le Competenze Trasversali e per l’Orientamento’ progettando e realizzando parti della mostra: ricostruzioni di modellini dei fondali marini, giochi scientifici, cartelloni illustrativi, disegni e audio guide per i visitatori.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti