Abruzzo, l'orso corre fra la folla durante la festa

Un orso, soprannominato Amarena, ha lasciato i boschi dell'Abruzzo per camminare fra le strade di San Sebastiano dei Marsi

L’orso arriva in paese e corre fra la folla durante la festa. Accade in Abruzzo e per la precisione a San Sebastiano dei Marsi, frazione di Bisegna, dove l’orsa Amarena ha scatenato il panico per le strade.

L’animale, soprannominato così a causa della sua passione per amarene e ciliegie, è riuscito ad arrivare in paese grazie ad una rete rotta. Si è calato da un muretto, forse attirato dalle voci della gente e dalla voglia di cibo, ha sceso le scale ed ha iniziato a correre per  strada. Infine l’orso ha scavalcato un altro muro ed è scomparso.

La presenza dell’animale ha, come ovvio, scatenato il panico in paese. In tanti hanno gridato vedendolo arrivare. Qualcuno ha tentato di avvertire i passanti gridando: “Levatevi, attenzione!”, mentre i bambini in strada sono fuggiti, lasciando le biciclette a terra.

A San Sebastiano dei Marsi era in corso la festa patronale, perciò nelle vie del paese c’erano molte persone. La tensione è sparita quando Amarena è nuovamente scomparsa, nascondendosi nei boschi vicini. Residenti e turisti hanno tirato un sospiro di sollievo ed è scattato l’applauso.

Non è la prima volta che gli abitanti di un paese vicino L’Aquila si trovano faccia a faccia con un orso. Un mese fa, nel cuore della notte, l’orso Mario riuscì ad entrare in una casa, mentre la famiglia (composta da due figli piccoli, marito e moglie) dormiva. “L’orso bruno marsicano è un animale pacifico – hanno spiegato i responsabili del parco nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise -, ma possono determinarsi condizioni potenzialmente molto pericolose sia per i cittadini sia per l’orso stesso. Per fortuna non è successo nulla, ma non possiamo affidarci al caso”.

Per evitare problemi gli esperti hanno diffuso alcune raccomandazioni che potrebbero essere utili per i cittadini che si trovano di fronte un orso. “Non si possono avvicinare gli orsi per filmarli o fotografarli – ha spiegato l’ente- , non dare cibo e rendere inaccessibili le fonti alimentari che fanno avvicinare l’orso alle abitazioni. Inoltre, bisogna attenersi alle ordinanze emanate dai sindaci”.

Alcuni video presenti in questa sezione sono stati presi da internet, quindi valutati di pubblico dominio. Se i soggetti presenti in questi video o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, basterà fare richiesta di rimozione inviando una mail a: team_verticali@italiaonline.it. Provvederemo alla cancellazione del video nel minor tempo possibile

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti