Addio Annarella, la nonnina romana che tormentava i politici

Con Annarella se ne va un pezzo di Roma: questa signora di 91 anni, militante di sinistra e donna implacabile, ne aveva da dire su tutti i politici

Fonte: Twitter

Tutti, ai Palazzi romani, amavano l’onorevole Annarella. Tranne forse i politici, che la signora di 91 anni apostrofava con pungente schiettezza ogni giorno della sua vita. La signora, simbolo di una romanità verace quasi in via d’estinzione, se n’è andata nelle ultime ore.

Con il sole o con la pioggia, Annarella era sempre lì. Tutti i giorni faceva la spola dal suo rione di Trastevere per arrivare ai Palazzi romani o alla sede del PD, dove con stoica presenza sparava a zero sui protagonisti della politica italiana. Il suo bersaglio preferito era Berlusconi – Berlusconi se deve levà dalla faccia della tera, sto zozzone“-, mentre l’onorevole del suo cuore, sempre difeso a spada tratta, era Bersani. La sua lotta senza quartiere trovava spazio tra un’intervista e l’altra, davanti alle telecamere delle varie emittenti. Tutti volevano conoscere l’Annarella-pensiero e ascoltare le sue pillole di saggezza popolare in vernacolo.

Dopo molti giorni passati davanti alle Camere e al Senato nella sua continua, indefessa protesta verso i poteri forti, e non in linea con il suo pensiero politico, Annarella viene a mancare all’improvviso e lascia un vuoto incolmabile nella tradizione popolare di Roma. Da sempre grande sostenitrice del PD, Annarella non ha mai fatto segreto delle sue antipatie, che declamava a gran voce e con un linguaggio colorito.

Quando la notizia della scomparsa di Annarella è giunta a Montecitorio, sono stati subito affissi i primi cartelli per ricordare una figura così iconica del panorama romano. A modo loro, anche i politici la ricordano con affetto. “L’unica vera Onorevole del Parlamento. Ciao Annarè, Roma ti piange”, ha twittato Roberta Lombardi, spesso una vittima della sagace Annarella. Dal M5S fino ai Verdi, tutti la ricordano con simpatia e un sorriso sulle labbra. Non è mancato il cordiale saluto del sindaco di Roma, Virginia Raggi: “Se ne va un pezzo di anima della nostra città. Ciao Annarè, Roma ti porta nel cuore!”.

Immancabile il tweet del suo idolo e grande amore politico, Pier Luigi Bersani, che ha accolto la notizia della scomparsa col messaggio: “Ciao Annarella, ti voglio bene”, e una foto di loro insieme in cui lei appare più che mai in adorazione.

Contenuti sponsorizzati

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti