Adriana Volpe: “Magalli mi ha violentata verbalmente”

“Magalli mi ha violentata verbalmente,” spiega Adriana Volpe dopo la notizia che non farà più parte de “I Fatti Vostri”. Tra i due è di nuovo bufera

Fonte: Getty

In seguito all’intervista al vetriolo di Giancarlo Magalli per il programma Radiofonico Casa M20, dove il conduttore ha molto acidamente auspicato: “Se la Volpe migrerà al sabato? Basta che migri”, Adriana Volpe non rimane a guardare e risponde alle critiche.

Il format mattiniero di Rai 2 “I Fatti Vostri” sta attraversando un periodo di forti cambiamenti per rinnovarsi con la prossima edizione. Grande assente di settembre, però, è Adriana Volpe, alla cui presenza ci eravamo abituati dall’ormai lontano 2009. Le divergenze tra lei e il conduttore, Giancarlo Magalli, si sono fatte negli ultimi tempi sempre più inconciliabili.

In quanto al suo futuro, se alcune indiscrezioni la vedevano nel ruolo di nuova conduttrice di “Mezzogiorno in famiglia”, la verità è che ancora Adriana Volpe non sa cosa la attende. Poche ore fa, la showgirl ha annunciato: “Fino a questo momento non ho ancora firmato nessun contratto, quindi è tutto ancora in divenire”. E poi, ancora: “Posso affermare che dopo oltre 20 anni di credibilità e di lavoro sempre svolto in maniera rigorosa e professionale, mi auguro che l’azienda possa riconoscere i meriti dei suoi collaboratori tra i quali ci sono anch’io. Il mio primo contratto risale al 1992. Dopo 20 anni ho dovuto salutare il pubblico con l’incertezza del mio futuro lavorativo. Ho accettato la notizia della mia mancata riconferma a “I fatti vostri” confidando che mi possa venire offerto un ruolo di pari dignità professionale ed economica all’interno dell’azienda. Attualmente sono in attesa di un confronto”.

Tutto era cominciato con una serie di affermazioni di Giancarlo Magalli sulla professionalità delle donne in televisione, alcune delle quali erano state rivolte direttamente alla sua co-conduttrice. “In TV è più facile tra le donne trovare una qualità minore: infatti troppo spesso lavorano, non tanto perché brave ma perché un po’ raccomandate. Allora ci vuole pazienza,” La Volpe si è detta violentata dalle parole amare di Giancarlo Magalli, che teme un giorno di dover giustificare a sua figlia come e perché ha svolto il suo lavoro in Rai. La loro diatriba si è accesa con toni sempre più vividi nel corso di un dibattito social senza esclusione di colpi. Dopo lunghe lotte culminate in una querela, sembra che il loro litigio non sia che all’inizio. Adriana Volpe ha per lui parole e piene di rammarico: “Ancor più mi ha fatto male che Magalli abbia detto di me “l’importante è che migri” mostrando di non avere alcuna considerazione del mio futuro. E mi dispiace che non esista una maniera per mettere un freno linguistico ad un conduttore che usa le parole come armi distruttive“.

Contenuti sponsorizzati

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti