Affari Tuoi, Carlo Conti: "Con Maria De Filippi non c’è rivalità"

Sabato 26 dicembre, per sette prime serate, su Rai1 torna ‘Affari Tuoi’ con una formula rinnovata. Carlo Conti si troverà, così, in sfida con Maria.

22 Dicembre 2020
Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!

Non c’è rivalità”: queste le parole con cui Carlo Conti ha commentato la sfida televisiva che lo vedrà sovrapporsi, il sabato sera, con Maria De Filippi. A partire dal 26 dicembre, infatti, per sette puntate speciali in prima serata il presentatore sarà alla guida di ‘Affari Tuoi’ che riparte nella formula inedita ‘Viva gli sposi!’ con coppie alla vigilia del matrimonio.

La proposta di Rai1 verrà, dunque, a confrontarsi con ‘C’è posta per te’, in onda nella stessa fascia oraria da sabato 9 gennaio 2021. Immancabile, quindi, la domanda a Conti in merito alla sfida degli ascolti, che arriva puntuale in conferenza stampa. Come lo stesso conduttore ricorda non è certo la prima volta che la serata clou dei palinsesti lo vede contrapporsi alla De Filippi.

Già è successo con La Corrida e Amici… – spiega Carlo Conti in collegamento – C’è spazio per tutti, non c’è rivalità. C’è una grande stima umana e professionale e io intercetterò una fetta di pubblico che non lo guarderà.

Quello di ‘Affari Tuoi (Viva gli sposi!)’ è un ritorno televisivo molto atteso in casa Rai e anche da parte dei telespettatori. “È un anno orribile per tutti ma mi sento un privilegiato perché sono stato con i miei affetti – continua Conti reduce dal Coronovirus che l’ha colpito qualche settimana fa – Non mi lamento personalmente e neanche di aver contratto il Covid perché non l’ho avuto nelle peggiori forme.

E lo sguardo, a pochi giorni dal Natale si allarga per un bilancio del 2020 tra pubblico e privato: “Sono più preoccupato per l’umanità: se ci pensate il virus ci ha portato a usare le parole al contrario, positivo e negativo. Professionalmente, poi, nella situazione difficile ci siamo rimboccati le maniche e per quanto mi riguarda ho fatto cose anche emozionanti, come i David di Donatello da solo in studio o la serata con Gianni Morandi. È stato per me un anno bello nelle difficoltà, anche se negativo.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti