Lista server eMule, ecco come aggiornarla

eMule è il software p2p per eccellenza, e per consentirci il download e la condivisione è necessario connettersi ai server eD2K. In questa guida scopriamo in che modo aggiornarli per sfruttarli al meglio

Fonte: http://images.toocharger.com/fiches/graphique/emule/53253.htm

Capita spesso che i server eD2K non funzionino o diano errori. Per ovviare al problema è sufficiente aggiornare la lista server, per poterne trovare di nuovi che ci consentano un migliore utilizzo della nostra risorsa p2p. eMule ci permette di aggiornare i server eD2K a gruppi con liste preconfezionate o singolarmente, digitando dunque le coordinate compilando l’apposito campo.

Per poter aggiornare i server in gruppo, una volta avviato eMule, possiamo andare nella scheda “Server”, cliccare col tasto destro sull’elenco già presente, scegliere “elimina tutti i Server” e confermare cliccando su “sì”. Ora possiamo procedere all’aggiornamento della lista server, incollando l’indirizzo di una lista nuova direttamente nel campo “aggiorna server.met da URL” nella barra laterale destra.

Ora possiamo cliccare su “aggiorna” e avremo così una nuova lista di server eD2K. eMule si connetterà, così, a nuove risorse per il download e la condivisione. Di seguito riportiamo due esempi di indirizzi utili per aggiornare la nostra lista server: http://peerates.net/servers.php oppure http://www.gruk.org/server.met.

Se invece preferiamo utilizzare eMule con una lista server personalizzata, senza dunque ricorrere a liste preimpostate, possiamo farlo aggiungendo singolarmente i server. Andiamo dunque nella scheda “server” e nel campo “nuovo server” incolliamo l’indirizzo. Incolliamo il numero della porta nel campo apposito e diamo un nome al nostro nuovo server. Clicchiamo ora su “aggiungi server” e il gioco è fatto.

Qualora nell’area di notifica di Windows l’icona di eMule si presentasse ancora bendata, allora è necessario intervenire sul pannello di controllo del nostro router. In questo modo possiamo creare dei nuovi virtual servers ai quali assegnare i valori delle porte TCP e UDP del nostro programma p2p.

Con queste semplici operazioni, i flussi di file scambiati nella nostra rete p2p non vengono impediti da sovraccarichi di server troppo utilizzati dai singoli utenti. Difatti, aggiornando la lista server (a gruppi o singolarmente) e impostando le porte di eMule come nuove regole per il nostro router, siamo in grado di creare una sorta di corsia preferenziale che ci consentirà di mantenere la nostra priorità di scambio, sia per il download che per la condivisione.

eMule, proprio per questo, rimane il migliore software p2p per la possibilità di rintracciare i file introvabili da altre fonti. Questo avviene soprattutto nella rete Kad, canale diretto fra gli utenti.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti