Aggiungi sempre il miele ai tuoi cocktail, il motivo

Non solo alcolici e frutta: per un ottimo cocktail dal sapore morbido e deciso, aggiungi anche un pizzico di miele

13 Ottobre 2020
Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi piĆ¹ alti!

Per brindare a una lieta ricorrenza, condividere una serata tra amici o semplicemente per regalarsi un momento tutto per sé: ci sono tante occasioni per sorseggiare un buon cocktail (anche se si è a dieta), al bar come in casa. È sempre più diffusa, infatti, l’abitudine di preparare da soli delle ottime bevande rinfrescanti da sorseggiare in pacata solitudine o allegra compagnia. Non sono richieste particolari doti da barman, ma semplici ingredienti da miscelare nella giusta quantità e seguendo i propri gusti personale. Che sia alcolico o rigorosamente alla frutta, sapevate che ogni cocktail può essere valorizzato con il miele? Potrà sorprendere, ma l’aggiunta di questo particolare ingrediente è consigliato da famosi esperti, che ne hanno rivelato i suoi strabilianti benefici a Mashed.

La preparazione di alcuni cocktail (conoscete quello preparato con il veleno di tarantola?) prevede spesso l’inserimento di alcuni sciroppi zuccherini o miscele preconfezionate. Sostituire questi prodotti con un ingrediente naturale è particolarmente vantaggioso per la nostra salute. Non solo: il miele, giurano i migliori bartender, conferisce ai cocktail un sapore più complesso, particolarmente gradito al palato. Inoltre, questo dolcificante naturale, miscelato in una bevanda con superalcolici, riduce al minimo i postumi di una sbornia (e comunque un bicchiere d’acqua aiuto se avete bevuto troppo). Infine, aumenta il livello di idratazione che lo stesso cocktail conferisce al nostro organismo. Usato al posto dello zucchero o di altre soluzioni zuccherine, insomma, migliora considerevolmente il risultato che verrà versato nel bicchiere: anche il più inesperto sarebbe capace di sentire la differenza.

In commercio, esistono diverse varietà di miele, ognuna adatta a un tipo specifico di cocktail. Per un drink a base di gin, ad esempio, si sposa benissimo quello di mirtillo, mentre quello di grano saraceno si abbina perfettamente a rum, bourbon e scotch. E che dire del miele di trifoglio? Questo è uno dei più versatili, come un capo d’abbigliamento nero: sta bene su tutto!

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti