Aggredita e picchiata una guardalinee

Clamorosa denuncia dopo la partita: il video. Lui: "E' una bugiarda"

Fonte: Getty Images

Bufera in Argentina dopo che la guardalinee Maria Eugenia Rocco ha sporto una denuncia per essere stata aggredita dal difensore Emmanuel Frances nel finale di Argentino de Quilmes – Deportivo Merlo, partita valida per la terza divisione.
Gli ospiti, in vantaggio per 1-0 fino al 90', hanno subito due reti nel recupero, crollando così nel finale. Al triplice fischio si è scatenata una rissa, con i giocatori che sono andati a protestare contro l’arbitro Jorge Broggi, quando è capitato il fattaccio.

GUARDA IL VIDEO

Questa la testimonianza della Rocco: "Prima di andare negli spogliatoi parecchi giocatori del Deportivo Merlo hanno accerchiato il direttore di gara. Io mi sono messa in mezzo per separarli e dicevo all’allenatore di calmarsi. Era agitato perché riteneva che sul gol del pareggio ci fosse un fallo di mani: gli ho spiegato che ne avremmo parlato più tardi con tranquillità. Nel frattempo, mentre stava arrivando la polizia per proteggerci, ho sentito un fortissimo dolore alla nuca, mi sono voltata e ho visto il numero 7. In un primo momento ho pensato che il pugno era diretto all’arbitro o che nella concitazione fosse arrivato a me. Ma ero sola, quindi era me che voleva aggredire. Subito dopo è scappato in mezzo agli altri compagni. Non potevo credere che mi avesse colpito. L’arbitro mi ha detto di stare tranquilla, anche lui aveva visto e che lo avrebbe riferito".

GUARDA IL VIDEO

La donna, che è stata soccorsa per un taglio alla nuca, è stata poi attaccata dallo stesso giocatore: "Questa ragazza è una bugiarda patologica, è questa la definizione che meglio le si adatta. Ho intenzione di denunciarla perché ha detto una bugia. Non mi è mai passato per la mente di dare un pugno ad un arbitro, meno che mai a una donna. Sta mentendo. Anzi, quando sono andato negli spogliatoi a chiedere perché ero stato espulso mi ha aggredito verbalmente e mi ha detto "fuori di qui figlio di puttana perché voglio picchiarti".

Contenuti sponsorizzati

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti