Al Bano ha fatto pace con l'Ucraina

Al Bano ha fatto pace con l'Ucraina: incontro a Roma dopo l'inserimento nella "lista nera" del Paese

Al Bano e l’Ucraina hanno fatto pace. Nelle scorse ore, il cantante di Cellino San Marco ha incontrato l’ambasciatore ucraino per un chiarimento dopo la sua introduzione nella “lista nera” dei potenziali nemici del Paese.

Il mese scorso, il nome di Al Bano era stato inserito nella lista degli individui considerati come una potenziale minaccia alla sicurezza nazionale dell’Ucraina. L’elenco è compilato e aggiornato dal ministero della Cultura sulla base delle richieste del Consiglio di Sicurezza e Difesa nazionale dell’Ucraina, dei servizi di sicurezza ucraini e del Consiglio della Tv e Radio nazionali. Oltre a quello di Albano Carrisi, era stato inserito anche il nome di Toto Cotugno.

Al Bano si era detto subito sorpreso dell’accaduto: «Giuro che per me è un fulmine a ciel sereno», aveva dichiarato “a caldo” all’Ansa. Aggiungendo: «Non ho mai fatto niente né contro l’Ucraina né contro nessun altro Paese al mondo. Io vado, canto le mie canzoni, canto la pace e da uomo di pace mi sono sempre presentato. E continuerò ad esserlo perché ci credo».

Ora, a distanza di quasi un mese, la situazione sembra essere tornata sotto controllo. Al Bano ha incontrato a Roma l’ambasciatore dell’Ucraina e, al termine del meeting, ha dichiarato a ‘Adnkronos’: «Sono un uomo di pace. Ho seminato pace e raccolgo pace. È stato un incontro interessante con l’ambasciatore. Ci siamo trovati d’accordo su molti punti. Uscirà adesso un comunicato ufficiale da parte dell’Ambasciata. Riguardo al futuro e a una prossima pianificazione, bisognerà aspettare almeno altre due settimane, in attesa che si concludano le elezioni presidenziale in Ucraina».

E Toto Cotugno? L’altro cantante italiano inserito nella “lista nera” dell’Ucraina, lo scorso 23 marzo, ha tenuto regolarmente un concerto nella capitale ucraina, Kiev. Durante l’evento, però, ci sono stati anche attimi di tensione: mentre l’artista era intento a cantare “L’italiano“, infatti, un uomo era riuscito a salire improvvisamente sul palco, venendo però bloccato dagli addetti alla sicurezza. Toto Cotugno, accortosi delle intenzioni non cattive dello spettatore, aveva invitato la security a lasciarlo stare, stringendogli la mano e lasciandolo salire ancora una volta sul palco in un secondo momento nel corso del suo show.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti