Al Polar Bear Hotel ci sono orsi in cattività: è polemica

In Cina è stato inaugurato il primo albergo in cui orsi polari in cattività potranno essere osservati dagli ospiti della struttura. Ma è polemica.

16 Marzo 2021
Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!
Fonte: Depositphotos

È stato inaugurato in Cina un albergo che come minimo possiamo definire insolito. Si chiama Polar Bear Hotel e, come il nome lascia immaginare, non accoglie solo umani. La struttura, infatti, ospita alcuni orsi polari in cattività destinati a essere l’attrazione principale per chiunque vi soggiorni. L’hotel sorge nel parco tematico di Harbin Polarland, che si trova nella provincia di Heilongjiang, e propone ai visitatori la possibilità di osservare gli animali che vivono li ventiquattro ore su ventiquattro direttamente dalle proprie camere.

L’alloggia punta proprio su questo, come se gli orsi fossero animali da compagnia per ogni attività degli ospiti durante la giornata. L’iniziativa, però, non può che dividere la Cina (e non solo) e il web ha già sollevato la propria voce. Quella che per gli umani può essere un’osservazione per svago o curiosità, per gli animali è letteralmente una condanna, esposti senza sosta allo sguardo altrui nella loro gabbia.

Tra l’altro, le associazioni animaliste, sottolineano come gli orsi polari siano una specie a rischio estinzione e quindi meritino ancora di più tutela. “Le lacune nella legge cinese sulla protezione della fauna selvatica consentono alle aziende di sfruttare gli animali senza alcuna preoccupazione per il loro benessere” ha spiegato un portavoce di China Animal Protection Network secondo quanto riferisce greenme.it.

E gli scatti che circolano in rete non fanno che aumentare la preoccupazione: gli animali sono costretti in recinti con ghiaccio artificiale e possono abbeverarsi solo in pozze d’acqua di dimensioni molto ridotte. Tanto che la parola ‘prigione’ non sembra essere lontana dal vero. Da parte propria, il parco tematico cinese si è giustificato dicendo che laddove le temperature lo permetteranno gli orsi potranno anche stare all’aperto ma queste parole non soddisfano del tutto.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti