Ami lo street food? Non camminare mentre mangi: cosa può accadere

Camminare e mangiare insieme sembra un connubio perfetto per la linea ma i rischi per la salute sono notevoli: cosa succede al corpo

Lo street food è una abitudine alimentare oramai sdoganata in tutto il mondo tanto che non è più soltanto appannaggio di alcune categorie di lavoratori che durante il giorno si muovono a destra e sinistra della città e la cui pausa pranzo è spesso rapida e all’aperto.

La cultura del cibo di strada si è elevata, per cui questo tipo di alimentazione è al centro di importanti festival nazionali e internazionali che esaltano pietanze semplici ma gustose e soprattutto che coniugano alla perfezione il momento del pasto in un contesto conviviale, informale e dinamico.

Eppure se in teoria camminare mentre si mangia ci può far pensare che tra un boccone e l’altro qualche caloria la bruciamo, in pratica è vero l’esatto opposto. A confermarlo è uno studio condotto da un team di ricercatori dell’Università del Surrey (Regno Unito) e pubblicato sul Journal of Health Psychology.

Gli studiosi hanno preso in oggetto i comportamenti alimentari di 60 donne – alcune a dieta – divise in gruppi. Il primo snack era una barretta di cereali ma consumata in modalità diverse: camminando, davanti alla televisione, sedute oppure mentre si conversava. Le partecipanti hanno poi avuto la possibilità di consumare altri snack tra i più diffusi (quindi dalle patatine fritte alle carote) rispettando i diversi contesti di consumo.

È emerso che la combo mangiare più camminare portava i soggetti ad assumere calorie fino a 5 volte in più del necessario. Molti di noi avranno pensato che la situazione logistica più deleteria fosse mangiare mentre si guarda la televisione, invece i risultati della ricerca hanno ribaltato le comuni convinzioni e etichettato come molto rischiosa l’abitudine di camminare e mangiare insieme.

La mente si dimentica completamente di quanto cibo stiamo ingurgitando perché distratta dal contesto di dinamicità – spesso associato al relax e ad una chiacchierata con gli amici – e assuefatta alla certezza che in qualche modo stiamo anche facendo sport.

Alla luce dei dati della ricerca, cerchiamo di praticare il cosiddetto “mindful eating”: siamo presenti a noi stessi ad ogni boccone per assaporare al meglio il cibo e l’esperienza in generale.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti