Amici, Vittoria saluta: "La Celentano? Mai chiarite, me ne frego"

La ballerina svela un retroscena sul rapporto conflittuale con la coach Alessandra Celentano, in questa tormentata edizione

L’esclusione dal serale non ha abbattuto Vittoria Markov, la ballerina osteggiata per il suo aspetto fisico dalla coach Alessandra Celentano. Archiviata questa esperienza formativa, per la ballerina padovana si apre una nuova stagione della sua carriera, costruita su provini, stage e nel futuro esperienze diverse rispetto al talent che l’ha lanciata. Ma c’è ancora quell’ombra, il rapporto con la Celentano a oscurare la bellezza di questo trascorso nella scuola di Amici.

Vittoria, in un’intervista rilasciata a Tgcom24, ha ammesso le difficoltà: “Non ci siamo mai chiarite, ma io ho ascoltato il consiglio della Peparini: ovvero fregarmene”.

La Markov è uscita a termine di una delle puntate più tormentate del programma firmato da Maria De Filippi, segnata dalla frattura per ora insanabile tra la signora della televisione e Morgan, mente artistica sublime ma piegato su se stesso a detta degli stessi ragazzi della sua squadra.

Anche lei è stata al centro delle polemiche, per via della sua fisicità valorizzata da Veronica Peparini e ritenuta inadeguata dalla Celentano. “E’ stato un suo pensiero, che non critico. Ma non volevo stare zitta, anche perché non riguarda solo me, ne volevo fare un discorso generale, sentivo molto a cuore l’argomento. Ci credo fermamente”.

Verso la sua coach, invece, solo un sentimento di profonda riconoscenza: “Il mondo della danza è quello. I vari stage a pagamento li ho fatti anche io, ma non abbiamo mai avuto un rapporto personale. Non ha mai guardato solo l’aspetto fisico. Mi ha consigliato di fregarmene, mi ha detto che sono bella così”. D’altronde sono ben altre le prove che, uscita dalla fase conclusiva di Amici, attendono Vittoria che non ha celato le lacrime.

“Vero. Nella vita non piango mai, ma ad Amici è successo. Un po’ perché non mi aspettavo di uscire, un po’ per la tensione, è stato un insieme di cose. Oliviero è anche un mio amico e ho pensato che in ogni caso sarebbe stato triste senza di lui. E poi lasciare la quotidianità che avevo da cinque mesi è stato destabilizzante. Tutto qui”.

Contenuti sponsorizzati

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti