Anche Michael Moore alla "Marcia delle donne" contro Trump

Il regista strappa titolo "Trump prende il potere"

Fonte: Copyright (c) APCOM.

Roma, 21 gen. (askanews) – Il regista americano Michael Moore, grande oppositore di Donald Trump, ha preso la parola dal palco allestito per “la Marcia delle donne” contro il neo presidente Usa a Washington.

Il regista ha esordito prendendo una copia del Washington Post di oggi sulla cui prima pagina campeggiava il titolo “Trump prende il potere”. “Non credo!”, ha detto. “Siamo qui per promettere di mettere fine al massacro di Trump!”, ha aggiunto parafrasando il “massacro americano” denunciato ieri nel suo discorso di investitura dal nuovo inquilino della Casa Bianca.
Quindi ha strappato il giornale.

Moore ha poi invitato i partecipanti alla marcia a chiamare lunedì i deputati per chiedere di votare contro il segretario all’Istruzione nominata da Trump. “Non accettiamo Betsy DeVos come nostro segretario all’Istruzione!”, ha esclamato. DeVos, fautrice delle scuole private, è stata coinvolta in prima persona nella riforma della scuola nello Stato di Moore, il Michigan.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti