Ancora 4 mila bambini in trappola ad Aleppo rischiano di morire di freddo

Sulla città una bufera di neve. Molti sono orfani e senza famiglie

Fonte: Copyright (c) APCOM.

Roma, 22 dic. (askanews) – “Sono almeno 3.000 i bambini evacuati da Aleppo Est, ma ce ne sono ancora 4.000 intrappolati in quel che resta della città, tra cui cui molti orfani e senza famiglie, che hanno bisogno di aiuto immediato o rischiano la morte”: è quanto ha detto il portavoce dell’Unicef in Italia, Andrea Iacomini, nel giorno dell’#AleppoDay “Bisogna fare in fretta perché ad Aleppo Est sono finiti medicine, acqua e riscaldamento, case e ospedali sono ridotti in macerie – ha aggiunto – è una corsa contro il tempo. Molti dei bambini evacuati non sono vaccinati. Prima dell’assedio la copertura vaccinale era appena del 30%, copertura che ora è crollata ulteriormente fino alla fine dell’assedio. I bambini di Aleppo hanno vissuto esperienze devastanti durante l’assedio, ora sono esposti al trauma ulteriore della continua incertezza d’evacuazione o meno da Aleppo Est ed hanno bisogno di assistenza medica immediata”.
Proprio in queste ore una forte tempesta di neve si è abbattuta sulla Siria nordoccidentale aggravando ulteriormente le già precarie condizioni di vita delle migliaia di famiglie in fuga. Save the Children stima che circa 26.000 persone sono arrivate nelle aree rurali di Aleppo e negli ultimi giorni, spesso con i soli vestiti che avevano indosso, e, con le temperature che scendono sotto lo zero, in molti sono costretti a dormire in tenda o in edifici non riscaldati Questa la denuncia che arriva da , l’Organizzazione dedicata dal 1919 a salvare la vita dei bambini in pericolo e a tutelarne i diritti, proprio nel giorno dell’Aleppo Day.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti