Antidoping a sorpresa per Lorenzo

Irruzione degli ispettori della Wada nell'appartamento del campione del mondo di MotoGp.

Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi piĆ¹ alti!

Visita a sorpresa per Jorge Lorenzo nel suo appartamento a  Paradiso, nel Canton Ticino.

Il centauro della Yamaha, campione del mondo in carica della MotoGp, ha dovuto sostenere un controllo antidoping nella sua casa in Svizzera.

A raccontarlo, con tanto di scatto sui social network, lo stesso motociclista, divertito: “Test anti-doping a sorpresa mentre mi stavo allenando questa mattina a Lugano!”, le parole del pilota maiorchino compagno di Valentino Rossi, sorridente nonostante la visita “sgradita”.

I piloti del circus sono soggetti come gli atleti degli altri sport al Codice Mondiale Antidoping (Wada), e devono sempre essere reperibili dagli ufficiali dell’Agenzia per eventuali test a sorpresa che possono essere effettuati in qualsiasi momento e a qualsiasi ora del giorno: in caso contrario sono possibili sanzioni o addirittura l’esclusione dalle gare.

A chiudere il post, un segno di spunta, come dire “Fatta anche questa”: il fuoriclasse spagnolo sembra averla presa bene, tanto da scherzarci su.

Lorenzo nel prossimo weekend tornerà a lottare con il Dottore e Marc Marquez per il Motomondiale ad Assen, in Olanda: il centauro della Honda guida la classifica generale, con dieci punti di vantaggio su Lorenzo e 22 su Rossi.

Il maiorchino ha vinto tre delle prime sette gare del 2016, in Qatar, in Francia e in Italia, al Mugello. Due i ritiri in Argentina e in Catalogna, entrambi per cadute.

TAG:

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti