Assomigli al nome che hai. Lo dice la scienza

Ognuno di noi assomiglia al nome che ha. A dimostrarlo una ricerca scientifica

Assomigli al nome che hai. Da oggi, quello che per molti è sempre stata una semplice credenza popolare, viene conferma dalla scienza. Secondo una ricerca apparsa sulla prestigiosa rivista “Journal of Personality and Social Psychology” esiste un legame ben preciso fra il nome che abbiamo e il nostro volto.

“Hai la faccia da Cristina” oppure “Hai la faccia da Daniele”. Un team di studiosi dell’Università di Gerusalemme ha tentato di dimostrare quanto ci sia di vero in queste affermazioni con uno studio intitolato “We look like our name: the manifestation of name stereotypes in facial appearance”.

Attraverso una serie di esperimenti i ricercatori sono giunti ad una conclusione: assomigliamo al nome che abbiamo. Nel corso degli esperimenti i volontari sono stati messi davanti alla foto di uno sconosciuto chiedendogli di scegliere fra 5 nomi alternativi e, nel 35 per cento dei casi, il nome indicato era quello giusto.

I test sono stati ripetuti più volte e il risultato è stato sempre lo stesso: il volto veniva quasi sempre associato in modo corretto al nome. “Abbiamo condotto più di una dozzina di esperimenti – ha spiegato Yonat Zwebner, fra le autrici dell’originale studio – e ogni volta pensavamo ‘oddio, adesso non funziona’, e invece ogni volta funzionava. È stato sorprendente”.

Se gli scienziati hanno dimostrato come il più delle volte assomigliamo ai nostri nomi, non sono però riusciti a spiegare come questo fenomeno funzioni. L’unica cosa certa, in questo caso, è che l’associazione fra nome e viso, è una questione soprattutto culturale. Ciò significa che un ragazzo italiano riesce ad associare in modo corretto nome-viso di un connazionale, mentre l’esperimento non riesce se gli viene chiesto di farlo con un ragazzo francese o inglese.  “Siamo soggetti alle sovrastrutture sociali dal momento in cui veniamo alla luce – ha spiegato Zwebner – e questo accade non solo per il genere, l’etnia e lo status socioeconomico ma anche per la semplice scelta che fanno i genitori assegnandoci il nome”.

TAG:

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti