Avere un gemello allunga la vita: i risultati dello studio

La vita dei gemelli gemelli potrebbe essere più longeva delle altre secondo una brillante ricerca condotta presso l'Università di Washington

Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!
Fonte: pixabay

La vita dei gemelli è unica e speciale grazie al legame indissolubile che si viene a creare fra le parti. Infatti, oltre allo stesso giorno di nascita e, molto spesso, all’aspetto condividono molti aspetti della loro vita: stessi interessi, stessi gusti, stessi comportamenti e stesso Dna. Inoltre, stando a quanto affermato da una recente ricerca, avere un gemello aumenta le probabilità di vivere fino all’età di sessant’anni riducendo in maniera considerevole la possibilità di sviluppare vizi e abitudini malsane o capitare in indicenti che, sfortunatamente, in alcuni casi possono essere motivo di morte in giovane età.

Lo studio è stato condotto dai due ricercatori americani David Sharrow e James Anderson dell’Università di Washington su un campione di tremila coppie di gemelli nati in un periodo compreso tra il 1870 e il 1900 in Danimarca. Hanno comparato le cause e le date di morte dei gemelli con quelle della popolazione in quel determinato periodo storico riuscendo a scoprire profonde differenze: la vita dei gemelli garantisce maggiore probabilità di vivere a lungo rispetto alla popolazione. Inoltre, tali considerazioni hanno presentano una maggiore valenza e veridicità se applicate alle coppie di gemelli monozigoti piuttosto che eterozigoti.

Attenzione, però, ciò non significa che la probabilità di vivere fino a sessant’anni non valga per i gemelli eterozigoti ma semplicemente che le possibilità sono un po’ più basse. Comunque, la scoperta più sorprendente della brillante ricerca consiste nella causa della morte: la longevità non dipende tanto da una questione genetica quanto da un minore rischio di esporsi a incidenti o eventi accidentali. Le motivazioni per cui questo sia possibile non sono perfettamente chiare nemmeno ai due ricercatori che, però, hanno provato a formulare le loro ipotesi.

Infatti, come affermato da Sharrow e Anderson, è probabile che sia l’intimità esistente nella vita dei gemelli ad incentivare lo sviluppo di comportamenti salutari e evitare cattive abitudini. Dunque, si tratta di una questione sociale a spiegare quanto il legame favorisca un senso di maggiore protezione e sostegno emotivo nei momenti di maggiore difficoltà. Infine, questa ricerca apre a nuovi scenari possibili per capire se effettivamente anche il matrimonio può influire sulla longevità e sulla socialità delle persone in quanto, anche in questo caso, il rapporto che si viene a creare fra i due coniugi è estremamente intimo e speciale.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti