Barbecue: i segreti per la grigliata perfetta

Per una grigliata indimenticabile servono la giusta attrezzatura, un po' di esperienza e materie prime eccellenti

Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi piĆ¹ alti!

La primavera quest’anno tarda ad arrivare, ma la voglia di stare all’aperto (complice la pandemia) è forte: gli irriducibili della griglia sono quindi pronti a sfornare bontà arrostite a qualunque costo, anche se si tratta di stare davanti al barbecue con il cappotto.

Che sia 25 aprile, 1 maggio o una domenica qualunque, per fare un buona grigliata sono indispensabili l’attrezzatura adatta, materie prime eccellenti e un po’ di esperienza: i consigli degli esperti sono comunque importanti, sia per chi è alle prime armi che per i gliatori che si sentono “pro”.

Ricordatevi quindi di organizzarvi per tempo: tutto deve essere pronto e a portata di mano, per non perdere quei secondi preziosi che potrebbero compromettere il buon esito del pranzo (o della cena). Il barbecue va acceso in anticipo, in modo che il calore diventi omogeneo, le carni tirate fuori dal frigo almeno un’ora prima, in modo che siano a temperatura ambiente al momento della cottura. Dedicatevi anche a preparare la marinatura, che deve essere composta da una parte grassa (olio), una acida (limone o aceto) e da aromi (spezie, sali, erbe): massaggiate le vostre carni e lasciatele immerse in questa soluzione, in modo che siano gustose e non restino poi secche.(Come grigliare perfettamente i gamberi? Usa lo yogurt)

La griglia deve essere ben pulita, calda e leggermente unta: il griller dovrà creare tre zone di calore a diverse intensità, di cui una senza braci, così da poter gestire cotture diverse e tenere in caldo le cose pronte. Importantissimo anche il termometro, che serve a far capire se la carne è cotta all’interno: ricordate che pollame e maiale devono raggiungere una temperatura di 75 gradi, mentre per il manzo dipende dal tipo di cottura desiderata, dai 61 gradi per chi preferisce la carne al sangue ai 78 di chi la vuole ben cotta.

 

 

 

 

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti