Benedetta Porcaroli di 'Baby': "Mi ha fatto conoscere ovunque"

Ospite del Giffoni Film Festival, Benedetta Porcaroli parla di 'Baby': "Racconta una generazione senza punti di riferimento".

28 Agosto 2020
Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi piĆ¹ alti!

Benedetta Porcaroli arriva al Giffoni Film Festival per parlare con i ragazzi di bodyshaming, ma anche dei progetti a cui sta prendendo parte in questi giorni. Uno su tutti è sicuramente Baby, la fortunata serie di Netflix in cui interpreta Chiara.

“Sicuramente il cinema e la tv hanno un approccio diverso. La serialità sta prendendo il sopravvento. – commenta Benedetta – Tutto può succedere mi ha formato ed è stato una scuola di vita, ma Baby mi ha dato la possibilità di essere conosciuta in tutto il mondo e di interpretare un ruolo femminile molto complesso e intenso”.

“Da bambina frequentavo quelle zone e quando mi hanno proposto questa serie ero contenta. – ha continuato l’attrice – Da una parte c’era un forte coinvolgimento e dall’altra quella voglia di rendere giustizia a una vicenda così complessa. Non immaginavamo un successo così travolgente, il lato malinconico e disincantato di Chiara è forse un po’ lo stesso mio”. Del resto, Baby racconta proprio di come sia difficile per i giovani d’oggi trovare la propria identità e di come sia facile, alla fine, sbagliare. “Quello che ho vissuto sulla mia pelle è una generazione alla ricerca di punti di riferimento che spesso vengono a mancare. ni”.

È però con Tutto può succedere che Benedetta ha scoperto di amare la recitazione. “È stato lì che ho scoperto di amare così tanto questo lavoro. – ha commentato – È un lavoro che si fa con l’anima e che mi aiuta a mettere insieme ogni parte di me, viene fuori quello che sono realmente. Viene fuori quel bisogno di raccontarmi così, di raccontare”.

“Mi piacerebbe lavorare in Italia, fare cose belle qui senza avere l’esigenza di andare altrove. – ha confidato ai giffoner – Vorrei recitare in un’altra lingua e poi credo sia arrivata l’ora di misurarmi con una super commedia, dopo tutti questi drammi e ruoli malinconici credo sia arrivato il momento di ridere. Mi piacerebbe interpretare una poliziotta, sarei intraprendente e grintosa”.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti