Beppe Vessicchio torna al Festival di Sanremo

Beppe Vessicchio torna al Festival di Sanremo. Il maestro dirigerà ancora una volta l'orchestra sul palco dell'Ariston

Beppe Vessicchio torna al Festival di Sanremo. Il celebre direttore d’orchestra salirà nuovamente sul palco dell’Ariston per fornire il suo supporto a diversi artisti in gara. Si tratta di un annuncio che molti spettatori attendevano dopo che lo scorso anno Vessicchio non aveva preso parte a Sanremo.

La notizia della sua assenza aveva provocato un’accesa protesta sui social e in tanti avevano reputato “uno scandalo” l’assenza del celebre maestro. Poco dopo Vessicchio era scomparso dal piccolo schermo e di lui non si era saputo più nulla. In queste ore però sul web si è diffusa una novità gradita per molte persone. L’ex professore di “Amici” di Maria De Filippi infatti ha annunciato che sarà fra i protagonisti del prossimo Festival di Sanremo.

Dal 6 al 10 febbraio, Beppe Vessicchio dirigerà l’orchestra nella kermesse condotta da Claudio Baglioni. Tutto questo grazie alle richieste di alcuni artisti come Mario Biondi, Elio e Le Storie Tese ed una giovane promessa femminile di cui non sappiamo il nome.

“Mi sono arrivate due gradite chiamate – ha spiegato Vessicchio al Corriere -. La prima della Sony per conto di Mario Biondi con cui ho già lavorato e la seconda da parte di Elio e le Storie Tese. Quest’ultima me l’aspettavo, perché ho seguito Elio in tutte le escursioni sanremesi”.

Da anni il maestro calca il palco dell’Ariston con successo e la frase “Dirige l’orchestra il maestro Beppe Vessicchio!” è stata per anni un must in ogni Festival. Era il 1986 quando il direttore d’orchestra approdò a Sanremo, accompagnando Zucchero, con cui ha collaborato per diversi anni. “Lui presentava Canzone triste – ha ricordato tempo fa a Il Fatto Quotidiano -. All’epoca non c’era l’orchestra e i cantanti si esibivano con le basi. Così portavano un musicista di fiducia che ascoltasse la loro esibizione dalla regia per verificare il reverbero sulla voce, il livello della base e altri aspetti tecnici. Avevo collaborato alla chiusura del disco di Zucchero, così lo accompagnai a Sanremo e vissi il momento del suo rilancio”.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti