Black Power ai Grammys 2019, trionfa Childish Gambino

I Grammys 2019 hanno visto il trionfo di molti artisti afroamericani: a dominare la serata, è stato Childish Gambino con la sua "This is America"

Se gli Oscar negli ultimi anni sono stati “#sowhite“, lo stesso non si può dire dei Grammys, che ieri sera hanno visto trionfare moltissimi artisti afroamericani.

Re incontrastato della serata è stato Childish Gambino: con la controversa “This is America” l’artista si è aggiudicato la vittoria in quattro categorie importanti, quelle di Canzone dell’anno, Miglior Videoclip, Miglior rap/sung performance e Registrazione dell’anno. Childish Gambino, pseudonimo dietro cui si nasconde l’attore Donald Glover, ha avuto la meglio sui super favoriti Kendrick Lamar e Drake, che alla vigilia potevano vantare rispettivamente 7 e 8 candidature. La sua, però, non è stata una vittoria a sorpresa: sin dalla sua uscita, “This is America” aveva conquistato lodi ed elogi per il testo impegnato e il controverso video, in cui il musicista metteva in scena una rappresentazione degli Stati Uniti contemporanei alle prese con il culto della violenza e delle armi.

Drake, con la sua “God’s plan“, si è dovuto accontentare del premio per la Miglior canzone rap, ma al momento di ritirare il premio non ha risparmiato una frecciatina ai premi musicali, dei quali, a suo dire, gli artisti potrebbero tranquillamente fare a meno.

Le altre grandi vincitrici della serata sono state le donne: a differenza degli anni passati, infatti, alcuni dei premi più importanti sono stati consegnati proprio ad artiste femminili.  i Kacey Musgrave ha vinto ben quattro statuette, tra cui quella ambitissima per il Miglior Album dell’anno. Cardi B è invece entrata nella storia diventando la prima donna a vincere nella categoria dedicata ai migliori album rap, un mondo storicamente dominato dagli uomini. Due statuette anche per Lady Gaga, che con “Shallow” ha vinto il premio per il Miglior Duetto e con “Joanne” quello per la Miglior pop solo performance.  La cantante e modella di origine kosovare Dua Lipa è invece la Miglior rivelazione dell’anno, riconoscimento ottenuto grazie ad hit come ” New Rules” e “One kiss”.

Lo scenario fa ben sperare anche in vista degli Oscar, dove  in lizza per il premio più ambito, quello per il Miglior Film, c’è anche “Black Panther“, cinecomic dedicato ad un supereroe che incarna letteralmente il potere nero. “This is America“, come direbbe Childish Gambino.

Contenuti sponsorizzati

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti