Bolt fa sul serio col calcio, accordo con una squadra da Champions

L'uomo più veloce del mondo cambia sport

Fonte: Getty Images

Usain Bolt fa sul serio.

L’uomo più veloce del mondo, confermatosi tale anche a Rio 2016 dove ha completato la sua terza tripletta a cinque cerchi conquistando la medaglia d’oro nei 100, 200 e coi compagni nella 4×100, da anni sogna di darsi al calcio e di giocare nella sua squadra del cuore, il Manchester United, ora allenata da Josè Mourinho.

In attesa di vestire la maglia dei Red Devils, che ha ammirato dal vivo all’Old Trafford in più di un’occasione, inizierà comunque la sua avventura nel mondo del pallone da un club di Champions League, il Borussia Dortmund. Bolt infatti grazie ad un accordo trovato con il suo sponsor si allenerà con Pierre-Emerick Aubameyang e compagni.

Il prossimo anno è previsto l’addio all’atletica del fenomenale giamaicano che in Brasile era stato protagonista di un siparietto a notte fonda che la dice lunga sulle sue doti di atleta. L’uomo più veloce del mondo, qualche ora dopo essersi messo al collo l’oro della 4×100, si era cimentato con il lancio del giavellotto. Sotto gli occhi dei volontari rimasti all’1.40 di notte allo stadio aveva lanciato l’attrezzo alla considerevole distanza di 56 metri.

Il calcio rimane comunque il primo pensiero di Bolt che più volte ha lanciato la provocazione, dicendosi pronto a giocare da professionista, sfruttando la sua velocità ma non solo: assicura di avere anche una buona tecnica di base.

In attesa magari di sfidarlo in campo, ha incontrato Buffon in occasione di un evento organizzato da uno sponsor in cui hanno avuto l’occasione per scambiarsi un abbraccio ed una serie di complimenti.

“Onorato di incontrare una leggenda vivente”, il commendo allegato dall’uomo più veloce del mondo alla foto postata sui social.

Pronta la replica di Gigi Buffon: “L’onore è mio Usain: la tua velocità è leggenda”, il cinguettio del numero 1 bianconero su Twitter.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti