Chi è Boss Doms, il producer di Achille Lauro?

Scopriamo chi è Boss Doms, il produttore del rapper romano Achille Lauro, autore di tante hit di successo

Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!

Chi è Boss Doms, il producer di Achille Lauro? Vero nome Edoardo Manozzi, è un dj e produttore conosciuto da anni negli ambienti musicali e divenuto partner artistico del noto rapper di Roma. Classe 1988 coltiva la passione per la musica sin da quando era piccolo. A 10 anni ha iniziato a suonare da autodidatta la chitarra e in seguito si è spostato verso la musica elettronica.

Dopo alcune collaborazioni con vari rapper, nel 2011 ha composto il brano “Dustep”, remix della celebre “Jah Army” di Stephen & Damian Marley. Grazie a questo pezzo, che esprimeva al meglio il suo talento, è stato ingaggiato per il primo liveset.

Poco dopo ha pubblicato il primo Ep Electro/Glitch Hop  intitolato “Marco Bello & Fried Chicken” con il marchio Evilsound Label. Le sue produzioni sono molto libere e spaziano fra Electro House, Dubstep e Glitch Hop, con sonorità Drumstep, Trap e Drum and Bass. Negli anni ha condiviso il palco con tantissimi grandi artisti, da Feed Me a Hadouken, passando per Zomboy, Dodge & Fuski, Doctor P, ma anche Dementia, Pendulum, The Upbeats, Foreign Beggars e Culprate.

La collaborazione di maggior successo rimane quella con Achille Lauro “Avevamo già collaborato in passato – ha raccontato qualche tempo fa Boss Doms – e abbiamo deciso di fare questo disco insieme, perché è necessario interpretare non solo le parole che vanno su un mood di una base, ma è anche la base che deve interpretare le parole. Quindi ci vogliono due persone cardine – scegliendo anche beat di altri magari: uno che parla e uno che suona”.

Ma come è nata la passione per il rap di Boss Doms che l’ha portato sino ad Achille Lauro e a “Ragazzi Madre”? A svelarlo è stato lui stesso. “Essendo un producer, mi capitava di stare anche un mese sullo stesso pezzo – ha svelato il producer -, la musica elettronica è parecchio martellante quindi ogni tanto interrompevo e mi mettevo a fare beat rap, cosi per pulirmi le orecchie. Poi, per puro caso, tra i miei amici si è sparsa voce di queste mie produzioni rap, di conseguenza ho deciso di lavorarci su e ho iniziato a mettere la stessa cura maniacale che mettevo nella musica elettronica, anche nel rap.

Alcuni video presenti in questa sezione sono stati presi da internet, quindi valutati di pubblico dominio. Se i soggetti presenti in questi video o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, basterà fare richiesta di rimozione inviando una mail a: team_verticali@italiaonline.it. Provvederemo alla cancellazione del video nel minor tempo possibile

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti