Britney Spears spiata dal padre anche a letto: la sua nuova vita

La vita di Britney Spears cambierà moltissimo con la revoca del ruolo di tutore a suo padre: si scopre che la controllava anche in camera da letto.

30 Settembre 2021
Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!
Fonte: Getty Images

Sta facendo molto discutere la notizia di Britney Spears, che da oggi non sarà più sottoposta alla tutela legale del padre Jamie. La decisione è arrivata da parte del giudice Brenda Penny, della Superior Court di Los Angeles.

L’uomo è stato tutore legale e curatore dei beni personali della pop star sin dal 2008 ma, per anni, è stato al centro di una aspra diatriba legale con la figlia. La 39-enne, infatti, ha cercato di riconquistare la propria indipendenza economica e, per tantissimi versi, anche personale.

Secondo quanto emerge dal documentario del New York Times Controlling Britney, Jamie Spears è arrivato a controllare la figlia “anche in camera da letto”. Un aspetto che fa decisamente discutere, insieme al fatto che l’uomo avrebbe speso centinaia di migliaia di dollari per far sorvegliare la figlia attraverso detective privati, cimici in casa e intercettazioni di ogni tipo.

Una vita sotto controllo, dunque, quella di Britney Spears, che per questi motivi ha lottato con tutte le forze per rimuovere il padre dal ruolo di tutore di tutti i suoi beni. È per questo che la sentenza che revoca a Jamie Spears tutti i suoi incarichi nei confronti della figlia è stata vista come una vera e propria vittoria personale della popstar. Pur non avendo assistito personalmente all’udienza, infatti, le parole dell’avvocato Mathew Rosengart esprimono pienamente la soddisfazione personale di un’artista.

Sono molto felice e orgoglioso di dire che Jamie Spears non è più un tutore”, ha dichiarato il legale al termine della sentenza, con la quale il revisore dei conti John Zabel è stato nominato tutore temporaneo dei beni di Britney.

Un ulteriore passo verso il riacquisto della piena libertà da parte della cantante, che sin dall’età di 13 anni è stata fortemente condizionata dalla presenza ingombrante ed invadente del padre in ogni aspetto della sua vita.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti