8, 1, 3, 13, 12, 11, 1 trend

Ecco i bunker dei super-ricchi per affrontare la fine del mondo

Alcune imprese statunitensi stanno costruendo dei bunker di super lusso in Nuova Zelanda, per affrontare con stile la fine del mondo

Incredibile ma vero, sono molte le persone che si stanno preparando alla fine del mondo. Inclusi i milionari della Silicon Valley.

L’Apocalisse è alla base della trama di molti film, e in genere si vedono sempre delle persone scappare da una parte all’altra delle città in rovina cercando di sopravvivere. Ora, non sarebbe molto più semplice se – invece di correre provando a salvarsi dallo tsunami o da una bomba nucleare – si potesse solo aprire una porta ed entrare in una casa a prova di guerra atomica? Decisamente sì. E questo devono aver pensato anche i ricconi della Silicon Valley, che stanno investendo parte dei loro guadagni nell’acquisto di lussuosi bunker completi di palestra, piscina, cinema e panic room. Fine del mondo, non ti temo.

La località prescelta per la creazione di questi bunker è la Nuova Zelanda. Il motivo? Essendo un paese praticamente neutrale e che non ha mai problemi con stati permalosi come Russia, Corea del Nord o Stati Uniti, è la location perfetta per stare tranquilli dopo l’Armageddon. Molti bunker sono stati già costruiti: pesano circa 150 tonnellate e si trovano tredici piedi sotto terra. Il più lussuoso, chiamato non a caso “The Aristocrat”, costa quasi dieci milioni di euro, escluse le tasse d’installazione. Può contenere fino a 50 persone e ha porte antiproiettile (mica stupidi), un sistema di ricarica alimentata dal sole, una pista da bowling e tanti altri grandi lussi.

Tra gli illustri milionari che stanno investendo nei bunker in Nuova Zelanda troviamo Peter Thiel, co-fondatore di Paypal, che ha speso circa quattro milioni di euro per una “casa” a Queenstown. Più cauto è invece il suo amico Sam Altman, che ha detto che si preoccuperà della sua incolumità dopo l’Apocalisse alla prossima pandemia. Ma anche James Cameron e Julian Robinson stanno acquistando dei bunker di lusso in previsione di una catastrofe.

I bunker possono essere sia singoli – per chi non ama la compagnia e vuole stare solo con la sua famiglia – oppure ospitare intere comunità. Passare anni sotto terra solo in compagnia delle stesse persone può essere abbastanza destabilizzante, quindi molti imprenditori stanno provvedendo per creare dei veri e propri villaggi. E sono così belli che viene quasi da sperare che l’Apocalisse si verifichi sul serio. Ne volete uno anche voi? Li trovare sul sito della texana Rising S Company.

Ecco i bunker dei super-ricchi per affrontare la fine del mondo

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti