Caffè antiproiettile, cosa dovresti sapere prima di berlo

Avete deciso di sostituire la colazione con il famoso caffè antiproiettile? Ecco cosa dovreste sapere prima di fare questa scelta: pro e contro.

2 Ottobre 2020
Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!

La colazione è il pasto principale della giornata e, mai, neanche quando si è a dieta andrebbe saltata. Questo perché fornisce i primi nutrienti per affrontare con energia le attività quotidiane e, se ricca e ben equilibrata, ci consente di arrivare al pranzo senza i morsi della fame. Dagli Stati Uniti, da qualche anno, è arrivata però una nuova tendenza che prevede di sostituirla (non con il gelato, che renderebbe più intelligenti) con il cosiddetto caffè antiproiettile. Ma quanto è salutare questa alternativa?

Intanto, per chi non lo sapesse, va spiegato com’è fatta questa singolare bevanda. Il caffè antiproiettile si prepara frullando insieme due tazze di caffè, due cucchiai di burro non salato nutrito con erbe e un cucchiaio di olio di cocco con trigliceridi a catena media. Un concentrato di energia che fornisce fino a 500 calorie, che sarebbe in grado di annullare il senso di fame a lungo, favorendo la perdita di peso. Non solo: questo tipo di caffè sarebbe un vero toccasana per la mente e una fonte di rivitalizzazione dell’organismo.

In realtà, ad oggi, come ricorda Mashednon esistono studi scientifici che dimostrino l’efficacia di questa bevanda energetica, sebbene sia possibile analizzarne benefici e controindicazioni in base gli ingredienti utilizzati per preparala. È ampiamente noto, ad esempio, che il consumo moderato di caffè (non a caso si dice che tre caffè al giorno tolgono il medico di torno!) contribuisca a ridurre il rischio di malattie cardiache, alcuni tipi di cancro, malattie del fegato e persino il morbo di Parkinson. Il burro non salato nutrito di erbe, inoltre, è ricco di preziosi nutrienti come gli Omega 3 e le vitamine A e K2, che proteggono ossa, cuore e sistema immunitario. E poi c’è l’olio di cocco con trigliceridi a catena media, che l’organismo scompone molto più facilmente.

Se in apparenza può sembrare una buona soluzione per dare una immediata carica al corpo, il caffè antiproiettile nasconde qualche insidia. Innanzitutto, contiene molti grassi saturi, circa 22 grammi a porzione, più della dose quotidiana di 13 grammi raccomandata dall’American Heart Association. Anche sul fronte delle calorie non si scherza: si va da un minimo di 200 a un massimo di 500.

Infine, sostituire la colazione con questa bevanda, significa rinunciare a tanti altri nutrienti, importanti per il nostro organismo, come fibre e proteine. Il caffè antiproiettile appare dunque un’alternativa nutrizionalmente sbilanciata rispetto al primo pasto della giornata.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti