Le campane di Utrecht omaggiano Avicii

A Utrecht, le tredici campane del Duomo hanno reso omaggio ad Avicii

L’omaggio più bello ad Avicii lo hanno fatto le tredici campane del Duomo di Utrecht, regalando momenti magici alla cittadina olandese.

Immaginate “Wake me up”, “Without You” e “Hey Brother” suonate non alla maniera di Avicii, ma da tredici campane. È quello che è accaduto a Utrecht, cittadina olandese che ha voluto omaggiare il dj svedese deceduto il 20 aprile in Oman. Le persone si sono trovate a camminare in un’atmosfera magica, dove le note di Avicii sono state trasformate nella musica degli angeli in quest’incredibile omaggio. Il tributo era stato annunciato su Twitter da Malgosia Fiebig, il capo campanaro del Duomo di Utrecht. Un’iniziativa magnifica, che ha toccato il cuore dei fan di Avicii sparsi nel mondo.

Quello di Utrecht non è stato ovviamente il solo tributo ad Avicii: in tutto il mondo sono stati recati omaggi alla memoria dell’artista scomparso. La famiglia si è commossa moltissimo, commentando questi gesti con parole cariche d’affetto e – purtroppo – anche tristezza. «Siamo così grati a tutti coloro che hanno amato la musica di Tim e hanno ricordi preziosi delle sue canzoni. Grazie per tutte le iniziative che avete fatto in onore di Tim, i pensieri pubblici, le campane della chiesa che hanno suonato la sua musica, i tributi al Coachella e i momenti di silenzio in tutto il mondo. Siamo grati che avete rispettato la nostra privacy in questo momento difficile. Il nostro desiderio è che continui così».

Non si conoscono ancora le cause del decesso di Avicii – nome d’arte di Tim Bergling – ma la polizia dell’Oman esclude la pista criminale. Questa era stata presa in considerazione perché, negli ultimi mesi, le condizioni fisiche del dj erano molto migliorate, tanto da far pensare che godesse attualmente di buona salute. Avicii si era ritirato dalle scene nel 2016, ma ha sempre rassicurato i suoi fan del fatto che la sua produzione musicale non si sarebbe mai arrestata. L’artista, che era un assiduo bevitore, ha sofferto di pancreatite acuta, cosa che gli ha causato non pochi disagi. Poco dopo gli è stata rimossa la cistifellea e l’appendice: ed è stato in quel momento che ha deciso di prendersi una pausa. Che, purtroppo, non è mai terminata.

Contenuti sponsorizzati

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti