Cattivo odore in bagno? Il trucco delle cipolle

A quanto pare basta un cestino di cipolle in bagno per risolvere molti problemi (addirittura fanno innamorare le ragazze...)

Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi piĆ¹ alti!

Se pensate che le cipolle stiano bene solo in cucina, sia crude che cotte, sbagliate di grosso: sappiate infatti che molte persone nel mondo non si stupirebbero di vedere un cestino di cipolle in bagno. I più scettici possono farsi un giro su TikTok per conferma (qui vi spieghiamo invece come tagliarla nel mondo giusto).

L’utente @karalynndunton, in un video andato virale con 6 milioni di visualizzazioni, ha infatti mostrato una ciotola piena di cipolle nel bagno di un ragazzo che aveva da poco iniziato a frequentare, commentando: “Penso di essermi innamorata di lui!”

Se ve lo state chiedendo no, le cipolle non sono afrodisiache (questo invece si): in realtà molti sono convinti che una cipolla, intera o meglio ancora tagliata a metà, sia in grado di assorbire muffe, umidità e cattivi odori. Tenerne un cestino in bagno equivale quindi ad assicurare aria pulita anche dopo aver espletato i propri bisogni.

Non solo: per estensione di questo concetto, c’è anche chi pensa che la cipolla sia in grado di combattere virus e batteri. Non a caso molti rimedi della nonna per tosse o raffreddore prevedono l’uso delle cipolle in varie forme: c’è chi semplicemente la taglia a metà e la appoggia sul comodino e chi ha il coraggio di berne il succo in forma di decotto, ovviamente accompagnato da zucchero o miele, o di farci i gargarismi per la gola infiammata. Esiste anche il cataplasma, da applicare sul petto per sciogliere il catarro (se invece a voi la cipolla causa solo lacrime, leggete qui come evitarle)

La cipolla è sicuramente un ortaggio dalle mille proprietà e grazie a TikTok abbiamo scoperto che funziona anche per eliminare i cattivi odori: ci riserviamo di provarla, così come per quanto riguarda le capacità antinfiammatorie, antisettiche e antibiotiche. Basta aspettare il prossimo raffreddore per verificare!

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti