Cavendish 'minaccia' un giornalista. Anche i britannici insorgono

Qualcuno chiede la squalifica per aver fatto cadere il pistard coreano.

Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi piĆ¹ alti!
Fonte: Getty Images

Non è ancora chiaro se Mark Cavendish rischi davvero di perdere l'argento olimpico appena conquistato nell'omnium individuale a Rio de Janeiro, dietro all’eroico Elia Viviani, ma qualcuno sta iniziando a sollevare un polverone, soprattutto via social network, per la condotta di gara del velocista e pistard mannese.

Non è sfuggito infatti il suo movimento brusco verso sinistra durante la gara di Ferragosto con cui ha travolto in pieno l'atleta sudcoreano Sanghoon Park – portato poi via in barella con il tubo dell'ossigeno -, che a sua volta ha travolto l'accorrente australiano Glenn O'Shea e proprio il nostro Viviani.

Qualcuno su Twitter ha subito puntato il dito contro Cavendish invocando immediatamente la squalifica per via della presunta condotta di gara anti-sportiva. Anche dal Regno Unito si è levato un coro di voci incredule se non indignate. Il giornalista inglese Matthew Syed ha twittato con un pizzico di ironia: "È un problema mio o è davvero sorprendente che non sia nemmeno stato menzionato Cavendish per aver tirato sotto un altro corridore, che tra l'altro è stato portato via in barella?!".

Anche il Mail si è unito al coro degli attoniti e al di là della felicità per una medaglia conquistata da un atleta britannico, pone provocatorio una domanda ai suoi lettori: "Dite che Cavendish sia stato fortunato a portare a casa l'argento dopo aver causato l'incidente horror?".

A dire il vero Cannonball, che è fresco fresco di quattro successi di tappa al Tour de France con i colori del team Dimension Data, si era subito assunto la responsabilità dell'incidente – seppure in maniera molto sbrigativa – scusandosi con lo stesso Viviani: "È stata colpa mia, avrei dovuto guardare meglio dietro".

Però Cavendish sembra che prima del movimento 'incriminato' guardi proprio alle sue spalle. Proprio per questo dettaglio sul web in tanti si sono maliziosamente chiesti se davvero non abbia visto il malcapitato sudcoreano.

Un giornalista sportivo olandese, Thijs Zonneveld, ha colto la polemica al balzo e ha chiesto lumi a Cavendish sul suo spostamento a sinistra. A sentire lo stesso Zonneveld su Twitter, la risposta di Manx Missile è stata alquanto piccata: "Per prima cosa: i giornalisti britannici non hanno chiesto a Cavendish se dovesse essere squalificato per il suo movimento. Quindi l'ho fatto io. Gli ho fatto vedere il replay sul mio computer portatile e Cavendish mi ha chiesto: 'Il corridore non era olandese, o forse sì?'. Io ho risposto: 'Cosa?? Vorrei che mi dicessi qualcosa sul movimento'. Cav: 'Potrei farti causa per questo, lo sai o no?'. Io: 'E per che cosa? Per una domanda?'".

I due sopracitati, comunque, non sono i soli giornalisti impegnati alle Olimpiadi di Rio 2016 a muoversi nei meandri dei social…

Sempre sui social qualche colombiano inizia a sperarci: "Se Cavendish venisse squalificato Gaviria diventerebbe il nuovo bronzo".

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti