Che cosa sono i tornado, dove si formano e perché sono pericolosi

I tornado possono essere altamente pericolosi. Scopriamo qualcosa in più su questo fenomeno naturale ma, distruttivo

Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!

I tornado sono pericolosi fenomeni atmosferici. In meteorologia vengono chiamati anche trombe d’aria o turbine. Ma di preciso, cosa sono? Si tratta di violenti vortici d’aria che hanno origine alla base di una nube a forte sviluppo verticale, chiamata cumulonembo, e si sviluppano fino a giungere a terra. Una volta formati, sono in grado di percorrere centinaia di chilometri, generando venti capaci di raggiungere velocità pari a 500 km/h. Ecco quindi cosa sono i tornado. Vediamo ora come si calcola la pericolosità di tale fenomeno meteo.

La distruttività di una tromba d’aria è calcolata in base a durata, intesità e velocità del fenomeno e dei relativi venti. I tornado sono tutti pericolosi e in base a queste caratteristiche vengono classificati per grado di distruttività del fenomeno, da EF0 (debole) a EF5 (catastrofico). Fenomeni simili ai tornado sono le trombe marine e i turbini di polvere. L’Italia, fortunatamente, a livello mondiale non è un paese con un’alta incidenza di simili fenomeni. Nella cultura di massa, le trombe d’aria hanno sempre attirato l’attenzione di appassionati e curiosi.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti