Chelsea, è subito Conte-show in panchina: urla ed esultanze

Stanno facendo il giro del web le immagini di quanto successo a Londra. Guarda il video

Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!

Buona la prima per Antonio Conte sulla panchina del Chelsea, che ha risposto alle vittorie ottenute dalle due squadre di Manchester nella prima giornata di Premier League (3-1 dello United in casa del Bournemouth e 2-1 del City sul Sunderland).

I Blues guidati dall'ex ct della Nazionale hanno superato per 2-1 nel primo Monday Match della stagione il West Ham, nel derby londinese giocato a Stamford Bridge.

Dopo un primo tempo dominato, gli uomini del mister leccese sono passati in vantaggio al 47' con Hazard, su calcio di rigore. Terry e Oscar hanno sfiorato il raddoppio, ma al 77' è arrivato a sorpresa il pareggio degli Hammers, ad opera di Collins.

A regalare i 3 punti a Conte ci ha pensato Diego Costa, che all'89' ha indovinato uno splendido rasoterra dal limite per il 2-1 che ha fatto impazzire l'allenatore italiano, che ha festeggiato, scatenato, con i tifosi in tribuna.

L'ex ct della Nazionale nel post partita ha parlato di mercato:: "Matic, Fabregas e Cuadrado in Italia? Sul mercato stiamo cercando di muoverci e di aspettare le situazioni migliori da sfruttare. E' un mercato pazzo, con cifre incredibili. Koulibaly? Non parlo di giocatori di altre squadre, non è rispettoso".

"Era importante partire bene soprattutto considerando com'è andata la passata stagione, le stagioni negative lasciano spesso delle scorie. So che c'è da lavorare però c'è disponibilità e questa è la cosa importante" ha aggiunto.

Sul rapporto con i tifosi, già pazzi di lui: "Non me l'aspettavo, mi sono emozionato molto. C'è un'atmosfera incredibile, c'è grande passione ed io sento già una bella responsabilità. Io esulto come i giocatori e condivido la mia gioia anche con i tifosi, non mi tengo quando c'è da liberare le emozioni, sono molto passionale. Quando segni a tre minuti dalla fine in una gara che avevamo dominato è normale".

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti