0, 0, 0, 0, 0, 0, 1 trend

Chi è Enzo Dong, il rapper che fa discutere

Da “Secondigliano regna” a “Higuain”: tutto quello che c'è da sapere su Enzo Dong, il nuovo protagonista del rap napoletano

Fonte: Facebook

Enzo Dong è un rapper napoletano che recentemente sta facendo parlare molto di sé. Il mondo lo ha scoperto grazie al brano Secondigliano regna”, comparso nel finale di stagione della seconda serie di “Gomorra 2”. Ma da dove salta fuori Enzo Dong?

Classe 90, comincia a muovere i primi passi nel rap e nell’hip hop nella periferia di Napoli, dove è nato e cresciuto, tra Piscinola, Secondigliano e Scampia. L’esordio comincia a 15 anni, quando Enzo fa il suo ingresso nella scena musicale con l’appellativo di “Dong”, acronimo che sta per “Dove Ognuno Nasce Giudicato”.

Il primo singolo ufficiale lo registra nel 2012. Il brano è “Lo So Che Mi Vuoi”, inciso insieme al suo amico Emiliano, con cui ha formato il duo “Sulset”. I due collaboreranno con artisti già noti nel panorama rap partenopeo, come Larry Joule, Pepp J-One e Oiank dei Fuossera, Corrado, Akey e Da Blonde. Nel  2013 esce la prima raccolta di freestyle del duo “Sulset”, intitolata “Prima Di Tutto”.

Ma il successo per Enzo Dong arriva con il brano “Secondigliano regna”, finito nella colonna sonora di “Gomorra 2”. Dopo aver sentito il pezzo del rapper napoletano, gli autori della celebre serie televisiva lo hanno scelto come colonna sonora del finale di stagione. Da allora, il nome di Enzo Dong è diventato noto anche al di fuori dei rioni di Napoli.

Recentemente, il rapper partenopeo è stato oggetto di un’accesa polemica sui social per la canzone “Higuain”. Nel singolo, Dong canta: “Mi diverto solo se, a morire è un Higuain”. Il calciatore, passato dal Napoli alla Juventus, è qui tirato in ballo come il traditore per antonomasia. A sottolinearlo è un articolo indeterminativo anteposto al nome, tuttavia alcuni media hanno frainteso il testo, pensando che Enzo Dong stesse augurando la morte al giocatore. In realtà, il rapper ha ribadito di non avere niente contro la Juventus, bensì di essersi scagliato contro quelle persone che hanno tradito la sua fiducia. Un po’ come ha fatto Higuain con il Napoli e i suoi tifosi.

 

Contenuti sponsorizzati

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti