Chi ha sbagliato a preparare la busta di premiazione degli Oscar

Chi ha sbagliato a preparare la busta di premiazione degli Oscar scatenando il web?

Fonte: Wikimedia

Ogni regista aspira ad ottenere un premio Oscar. Si tratta del massimo riconoscimento nell’ambito. Qualsiasi attore sogna di fare un discorso durante la notte della premiazione. Data l’importanza dell’evento è normale che dietro ci sia un’organizzazione imponente. Tutto deve filare liscio, ogni dettaglio è importante. Non si può commettere alcun tipo di errore anche perché l’attenzione è altissima. Per questa ragione qualsiasi svista viene amplificata all’ennesima potenza. Figurarsi se si sbaglia ad annunciare il vincitore.

Purtroppo questo è ciò che è accaduto durante la notte degli Oscar di quest’anno. Il punto è che questo errore è stato commesso nella categoria più importante e più attesa, ossia il premio al Miglior Film. A contendersi questo ambito riconoscimento erano “Moonlight” e “La La Land“, dati entrambi per favoriti, a discapito degli altri nominati. In un primo momento, dalla classica busta contenente il nome del vincitore, è fuoriuscito quello di “La La Land”, la commedia musicale diretta da Damien Chazelle.

Chi si occupa delle buste

La situazione è diventata seriamente imbarazzante quando tutto il cast è salito sul palco ed è partito il tradizionale discorso di ringraziamento. Parole che sono state bruscamente interrotte dal presentatore, il comico Jimmy Kimmel, il quale ha avuto l’arduo compito di segnalare che nella busta era stato inserito il nome sbagliato. L’Accademia aveva infatti premiato “Moonlight“.

Da subito il web si è scatenato e l’ironia è dilagata un po’ ovunque. Humor che non ha coinvolto però gli organizzatori dell’evento. Infatti, è stata aperta un’inchiesta interna per capire chi è stato il responsabile di questa gaffe. Ogni aspetto della serata viene infatti curato da un ente specifico. Nel caso delle buste ad occuparsene ci pensa la PWC. Ora un dipendente di quest’azienda rischia di essere licenziato.

Gaffe e social

La storia dello spettacolo è ricca di gaffe. Un po’ tutti ci sono cascati. La stessa organizzazione dell’Oscar non è nuova a tali esperienze. Il punto è che con l’avvento dei social tali notizie corrono ad una velocità incredibile e giungono a milioni di utenti.

D’altronde ci pensano numerose pagine Facebook a raccogliere questi episodi e a divulgarli. Tante persone poi si divertono nel creare meme che accelerano questo processo. Insomma, ai giorni nostri è meglio evitare di commettere gaffe d’ogni genere. Al contrario si rischia una gogna pubblica di enormi dimensioni. Sopratutto quando si è un attore,  un cantante o addirittura un politico.

 

TAG:

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti