Ecco chi sono gli invitati "comuni" alle nozze di Meghan e Harry

Chi sono gli invitati “comuni” al matrimonio di Harry e Meghan Markle? Ecco chi ha ricevuto il fortunato invito alle nozze dell'anno

Ha fatto il giro del mondo la notizia che il principe Harry e Meghan Markle hanno invitato 1200 persone “comuni” alle nozze. Ecco chi sono.

La famiglia di Meghan Markle non sarà gradita alle nozze dalla regina, ma persone sconosciute nel Regno Unito a quanto pare sì. Come tutti sanno – dato che per diversi giorni non si è parlato d’altro – i due piccioncini hanno invitato 1200 persone sorteggiate a caso tra gli abitanti del paese. Ed ecco che in alcune cassette delle lettere sono apparsi i fatidici inviti. Eppure, nonostante – pare – che il costo di questo matrimonio si aggiri tra i 35 e i 45 milioni di euro, non ci sarà nulla da mangiare per loro: dovranno, infatti, portarsi il pranzo da casa. Potranno partecipare alla cerimonia, ma con il panino ben incartato in tasca. Ma chi sono questi fortunati che avranno il privilegio di assistere al matrimonio tra il principe Harry e Meghan Markle?

La BBC ha incontrato tre delle persone che hanno ricevuto l’invito al matrimonio di Harry e Meghan Markle. Si tratta di un ex veterano della guerra in Afghanistan che ha perso una gamba in combattimento, una ragazza di dodici anni anch’essa nata senza un arto, e una giovane donna affetta da autismo e disturbi della comprensione. Philip Gillespie è un soldato congedato dall’esercito nel 2013. Il suo piano è quello di andare dal barbiere il giorno del matrimonio, indossare il suo completo migliore, le sue medaglie e onorare il suo paese presenziando alla cerimonia del principe Harry. Philip ha perso una gamba nel 2011, durante una missione in Afghanistan: come succede purtroppo a molti giovani soldati, ha messo il piede su una mina.

Jorja Furze è invece una ragazzina di dodici anni che, tornata da scuola, ha trovato l’invito per il matrimonio di Harry e Meghan nella cassetta delle lettere. «Tutto il vicinato ha sentito le sue urla», ha raccontato la madre. Jorja è nata senza una gamba, ed è attiva in un’associazione di volontariato che aiuta le persone con disabilità motorie. Anche quella di Laura Gill è una storia bella: la ragazza, affetta da autismo, è stata molto felice nell’apprendere di essere stata invitata alle nozze dell’anno. Ha già scelto il suo outfit: un completo pantalone. «Indosserò un vestito solo nel giorno del mio matrimonio», ha raccontato. Chissà se sarà lei a prendere il bouquet!

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti