Chi vuol essere milionario?, Scotti: "La nostra vita è cambiata"

A inizio puntata, Gerry Scotti ha salutato il pubblico dicendo che in sei mesi "sono successe cose tremende e la vita di tutto il mondo è cambiata".

11 Settembre 2020
Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!

Finalmente, dopo tanta attesa, è tornato Chi vuol essere milionario?, il programma in prima serata su Canale 5 condotto – come sempre – da Gerry Scotti. Un ritorno importante, come sottolinea lo stesso Gerry proprio a inizio puntata: a dispetto delle difficoltà oggettive dovute alle norme in vigore sul distanziamento sociale, il ritorno in tv del quiz show è fondamentale per iniziare una seppur graduale ripresa e dare un forte segnale al pubblico di ‘normalità’, quantomeno nel mondo dell’intrattenimento.

“Eccoci, buonasera e bentrovati. – ha infatti esordito Gerry Scotti a inizio puntata – Siamo tornati con questa scritta che ben conoscete alle mie spalle. Quanto tempo è passato dall’ultima puntata che ho fatto! Sono passati sei mesi ma è cambiata la nostra vita. È incredibile. La vita nostra e quella di tutto il mondo. Sono successe cose tremende. E altre dovremo affrontarle”.

“Noi siamo qui a fare l’unica cosa che sappiamo fare, il nostro lavoro. – ha poi continuato il conduttore – Siamo qui a farvi compagnia con un programma che ha compiuto già vent’anni, ma che è fresco come un ragazzino. Questo è un segnale molto importante per noi e per le centinaia di persone che collaborano con me”.

Il pubblico ha premiato lo sforzo e il duro lavoro del team, perché Chi vuol essere milionario? è stato ampiamente seguito, soprattutto sui social. Su Twitter, l’hashtag #Chivuolesseremilionario è finito in tendenza e, a colpire i telespettatori, sembra sia stata soprattutto la richiesta dell’aiuto del 50:50 di un concorrente non preparato sull’attuale logo di Wikipedia. Per molti utenti del social network, ricorrere a un aiuto per una domanda apparentemente semplice (quantomeno se si è un millennial) non è propriamente la strategia giusta per arrivare a fine percorso e avere la possibilità di vincere il montepremi totale.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti