Cipollini choc su Nibali: "100mila dollari per l'oro"

Le dichiarazioni choc dell'ex campione del mondo fanno discutere

Fonte: Getty Images

Fanno discutere nel mondo del ciclismo alcune dichiarazioni di Mario Cipollini rilasciate in un’intervista a L’Equipe.

L’ex velocista campione del mondo a Zolder nel 2002 ha parlato del mancato successo di Vincenzo Nibali alle Olimpiadi di Rio esprimendosi così: “Se ha vinto Van Avermaet è perché Nibali non ha saputo gestire la corsa quando si è trovato con Majka e Henao. Sarebbe bastato offrire un po’ di soldi a Henao per occuparsi di Majka e l’affare sarebbe stato fatto. Henao è solo un gregario, per lui non avrebbe cambiato nulla vincere le Olimpiadi. Non si sarebbe trattato di comprare la vittoria, ma soltanto l’accordo con Henao. Nibali ha invece scelto la strategia peggiore ha preferito provare a staccare i compagni di fuga nel tratto di discesa peggiore, in cui la strada era ripida, scivolosa e si correva in mezzo agli alberi. In questo modo è stato fatto il gioco di Van Avermaet, che è stato bravo a gestire il vantaggio e a mettersi l’oro al collo”, le parole riportate dalla Gazzetta dello Sport.

“Questi accordi sono sempre esistiti – ha incalzato Cipollini -. Ai Mondiali di Zolder, quando ho vinto, abbiamo parlato di soldi con una squadra che non aveva più niente da chiedere alla corsa e gli abbiamo dato un buon motivo per esserci. Se avesse fatto così, Nibali sarebbe tornato in Italia con la medaglia d’oro. Rispetto a quello che avrebbe guadagnato da campione olimpico, centomila dollari non sarebbero poi stati molti”.

Le parole del Re Leone sono state accolte con perplessità e freddezza da parte del ciclismo. Sul web non sono mancate le durissime prese d posizioni dei tifosi nei confronti dell’ex corridore, mentre gli addetti ai lavori hanno prefeti non pronunciarsi.

TAG:

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti