Civetta in sovrappeso non riesce a volare: colpa del clima

Plump è stata raccolta in un fosso: non riusciva a volare, eppure non era ferita nè malata. Il problema era il peso eccessivo, un fatto innaturale

Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!

Lei si chiama Plump ed è una civetta raccolta dai veterinari del Suffolk Owl Sanctuary, in Gran Bretagna, in un fosso: la bestiolina non riusciva a volare, nonostante sembrasse in ottima salute.

I veterinari del rifugio per animali l’hanno esaminata con cura, pensando che fosse ferita o malata: in realtà il problema era diverso ed “inedito”. Plump non riusciva a volare perchè sovrappeso: il verdetto della bilancia è stato 245 grammi, circa un terzo di più di quanto una femmina della sua età dovrebbe pesare.

Plump è quindi stata classificata come “obesa” e messa a dieta stretta dai veterinari del rifugio: nel giro di qualche settimana il problema è rientrato e la civetta è stata rimessa in libertà.

Quello che resta inspiegabile è il motivo che ha portato l’esemplare di civetta ad ingrassare oltre misura: in un primo momento i veterinari hanno pensato che si trattasse di un animale in cattività, ma hanno capito subito che non era questo il caso. Plump infatti non mangiava cibo per rapaci in cattività ed inoltre non aveva piastrine o chip di riconoscimento.

L’obesità di Plump era quindi naturale, pur nella sua innaturalità: i veterinari inglesi l’hanno attribuita all’aumento delle temperature, che ha portato i gufi a trovare più cibo e molto più a lungo del solito (ad esempio avicole o topini di campagna). Ora Plump, dopo aver perso il peso in eccesso, è stata liberata: è importante però che riesca ad autoregolarsi, perchè se pesa troppo non riesce a volare e mette a rischio la sua vita in molteplici modi (predatori, incidenti in strada).

Plump non è l’unica civetta sovrappeso del rifugio: sulla pagina Facebook del Santuario si parla anche di un altro esemplare di gufo selvatico insolitamente “pingue”, che è stato ricoverato più o meno nelle stesse condizioni di Plump e per il quale si aspetta di capire se ha subito un trauma o se semplicemente anche lui è solo troppo grasso per volare!

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti