Clamoroso: sigaretta e whiskey, salta l'ingaggio del bomber

Vicenda incredibile: un attaccante di fama mondiale l'ha combinata grossa.

Fonte: Getty Images

Poteva essere l'occasione per tornare al calcio giocato – ammesso che ne abbia davvero voglia -, ma per un attaccante di fama mondiale è arrivata solamente una porta in faccia.

Si tratta di Emmanuel Adebayor, che da anni calca i campi da calcio di mezza Europa (e mezza Londra), ma che ora, dallo scorso 30 giugno, è disoccupato. O meglio svincolato, come si usa dire quando ci si riferisce a un calciatore.

Dopo essere partito calcisticamente dalla Francia al Metz prima e al Monaco poi – e dopo il peregrinare con le maglie di Arsenal, Manchester City, Real Madrid, Tottenham e Crystal Palace – il 32enne togolese aveva l'occasione per tornare nel Paese transalpino, ma a causa di una sua grave inadempienza è stato rifiutato.

Durante il colloquio che ha avuto con l'allenatore del Lione, il francese Bruno Genesio, Adebayor ha lasciato tutti a bocca aperta quando, appena iniziato l'incontro, ha ordinato un caffè corretto whiskey e si è acceso una sigaretta come se niente fosse. Altro che noi comuni mortali agitati, eleganti e con la faccia da bravi ragazzi stampata in faccia ad ogni colloquio di lavoro.

Come se non bastasse il togolese ha pure detto chiaro e tondo che non ha la minima intenzione di rinunciare alla Coppa d'Africa 2017; la cosa non è gradita al Lione, che non vorrebbe perdere un attaccante – soprattutto se ingaggiato in ritardo e quindi presumibilmente in ritardo con la condizione fisica, a maggior ragione se fuma e beve – in un momento delicato come quello di fine gennaio/inizo febbraio (l'edizione 2017 si gioca in Gabon dal 21 gennaio al 12 febbraio). Decisamente un altro spirito rispetto al bomber-lavoratore Carlos Bacca…

L'esito del colloquio, dunque, non poteva che essere negativo. E a quando pare, dalle dichiarazioni di mister Bruno Genesio, ad Adebayor non è nemmeno stato detto 'Ci lasci il curriculum, le faremo sapere': "Tutte le polemiche che sono seguite hanno solo confermato la mia prima impressione: non c'era spazio per Adebayor nella nostra squadra", ha chiuso il tecnico.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti