Come conservare la frutta secca per farla durare più a lungo

La frutta secca è un concentrato di energia, sali minerali e vitamine indispensabili per il nostro benessere: ecco come conservarla al meglio

Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!

La frutta secca è una vera “bomba” di vitamine e sali minerali, è molto legata all’arrivo della stagione autunnale ed è golosa, tanto da essere usata come componente di tanti buonissimi dolci… ma come conservarla al meglio nella dispensa di casa?

La frutta secca ci sembra genericamente più resistente rispetto ad un alimento fresco, ma questo non vuol dire che non sia deperibile: per questa ragione va conservata con cura in modo da mantenere inalterate le sue qualità e il suo gusto.

C’è differenza di conservazione fra frutta secca sgusciata e frutta secca in guscio: la frutta secca sgusciata viene di solito venduta in bustine di plastica, ma il miglior modo per conservarla è in barattoli di vetro a chiusura ermetica o contenitori specifici per cibi, sempre in vetro, che si trovano facilmente in commercio. La frutta secca sgusciata si mantiene meno rispetto a quella in guscio, infatti viene di solito venduta in bustine monoporzione: potete anche tenerla in frigorifero, per aumentare i tempi di conservazione.

Anche la frutta secca in guscio può essere riposta in barattoli e contenitori di vetro per alimenti, chiusi ermeticamente: l’ideale sarebbe di colore scuro o se trasparenti, al riparo dalla luce diretta. Meglio evitare le buste di plastica, perchè tenderebbero a creare una condensa che finirebbe per rovinare la croccantezza del prodotto (che poi è uno dei suoi punti forti). Il luogo ideale per conservare la frutta secca è fresco, asciutto e buio.

Come dicevamo in apertura, la frutta secca è una vera bomba di vitamine e sali minerali, ma anche di energia pronta per essere consumata (combatte anche l’infertilità maschile): è particolarmente indicata anche per mitigare gli effetti del cambio di stagione, grazie ai polifenoli e agli antiossidanti che tutti i tipi di frutta secca contengono. La frutta secca non è ipocalorica, ma è ricca di grassi “buoni” che fanno benissimo al cuore, alle arterie, al sistema nervoso e al cervello: per questo non va consumata in grandissime quantità, ma in piccole dosi e spesso!

 

 

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti