Come rimuovere l'aria dai termosifoni

Con l'arrivo del freddo, ogni impianto di riscaldamento necessita della giusta manutenzione al fine di rendere la casa accogliente e confortevole

Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi piĆ¹ alti!

I termosifoni aiutano a proteggerci dal freddo e dalle sue basse temperature favorendo il giusto calore all’interno della propria abitazione. Bisogna considerare che al fine di ottenere un corretto riscaldamento, che sia autonomo o centralizzato, è necessario fornire tali impianti degli adeguati controlli e della giusta manutenzione.

Se ciò non viene effettuato, si rischia, oltre ad una scarsa funzionalità, anche un grosso spreco di gas. La causa più comune riguarda la presenza di aria all’interno dei termosifoni, la quale va ad ostacolare il riscaldamento della parte alta dei radiatori. E’ opportuno quindi, prendere alcune semplici precauzioni a riguardo.

Quando il riscaldamento è in funzione e dopo un po’ di tempo notate che la vostra casa non è calda come vi aspettate e la temperatura resta abbastanza fredda ed umida, è necessario procedere al controllo delle manopole presenti sui termosifoni di ogni stanza ed assicurarsi che queste siano ben posizionate verso il simbolo che corrisponde alla loro apertura.

Se disponete di un riscaldamento autonomo, un procedimento da effettuare regolarmente per un calore più efficace è quello di recarvi presso la caldaia e procedere al suo spegnimento. Fatto ciò, aggiungete un’ulteriore dose di acqua oltre a quella già presente nella struttura, non superando la pressione di 2 BAR. Infine, chiudete la manopola.

Un procedimento fondamentale da effettuare per quanto riguarda il riscaldamento centralizzato è quello di procurarvi un recipiente e procedere alla rimozione dell’aria andando ad aprire le valvole di sfiato collocate lateralmente su ogni termosifone. Procedete allentandole lentamente fin quando non vedrete fuoriuscire dell’aria insieme all’acqua.

Al termine, assicuratevi che l’aria sia fuoriuscita del tutto e verificate che l’acqua inizi a scorrere uniformemente. Quindi richiudete la piccola valvola e potrete finalmente giovarvi di un riscaldamento attivo e completamente efficace.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti