Come sarà l'Apple Watch del futuro

Dalle ultime indiscrezioni sul web, potrebbe fare a meno della Digital Crown

Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!

Anche l’Apple watch, proprio come l’iPhone, è destinato a cambiare molto in futuro e a rinnovarsi per stare sempre al passo con la modernità: ma cosa possono inventarsi gli ingegneri di Cupertino che non sia stato già fatto?

Partiamo dal presupposto che l’iWatch, come tutti gli smartwatch, è un piccolo concentrato di alta tecnologia: nelle dimensioni di un orologio da polso racchiude molte delle capacità di uno smartphone ed alcune tutte sue, come la monitorizzazione puntuale di molti parametri vitali.

Un indizio su come potrebbe essere l’iWatch del futuro arriva dal web, precisamente da un sito americano che si occupa di brevetti: come spesso capita gli addetti ai lavori intuiscono che c’è una novità in arrivo proprio dai brevetti depositati dalle grandi aziende. Così Apple avrebbe depositato il brevetto di un sensore ottico che sarà in grado di interpretare i gesti come input: questo significa, secondo gli esperti, che a breve gli iWatch potrebbero andare in commercio senza corona digitale.

La Digital Crown (o appunto corona digitale) ricorda proprio la corona degli orologi tradizionali e nell’iWatch serve a scorrere fra le schermate, scegliere se visualizzare il quadrante o l’elenco delle app, regolare e ingrandire gli oggetti sullo schermo, chiamare l’assistente vocale Siri. Se venisse sostituita da un sensore, sicuramente diventerebbe molto più sensibile e sarebbe in grado anche di rilevare i movimenti, associandoli a queste funzioni.

Eliminare la Digital Crown significa anche eliminare una parte meccanica soggetta ad usura ma soprattutto risparmiare spazio che potrebbe essere utilizzato per inserire altre funzioni o altri componenti.

Ovviamente sappiamo bene che non tutto quello che Apple brevetta, poi realizza: ultimamente poi si è molto parlato della decisione del colosso americano di strapagare i suoi talenti a suon di bonus perchè non lascino l’azienda e soprattutto non vengano tentati dalle sirene di Meta, ex Facebook, che a quanto pare sarebbe a caccia di ingegneri e scienziati per l’elaborazione del suo Metaverso.

 

 

 

TAG:

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti