Come sbucciare l'aglio in modo veloce? Non serve il microonde

Pulire l'aglio può essere molto fastidioso, ma questo trucchetto rivoluziona tutto

Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!

L’aglio è a dir poco indispensabile in cucina, e il suo legame soprattutto con i sughi è decisamente stretto. In più, è un alimento che fa bene alla salute grazie alle sue tante proprietà, ed è pure un antibiotico naturale. Purtroppo però pulirlo è veramente noioso, e come se non bastasse lascia le mani impregnate del suo odore forte difficile da mandare via, ma questo è un altro discorso.

La pulizia dell’aglio, dicevamo. Negli anni sono stati dati vari consigli su come farlo al meglio e in modo più o meno semplice. Tra questi anche il trucchetto del microonde, secondo cui mettere i pezzi di aglio nel fornetto per una ventina di secondi aiuti. Ora però è il momento di scoprire un altro metodo decisamente efficace e di facile realizzazione.

Lo spunto arriva, tanto per cambiare, dai social. Il merito è di Valentina Bachkarova-Lord, game designer di Toronto. Quello da lei seguito è un principio nuovo: la punta di un coltello va letteralmente conficcata nel lato di ogni spicchio della testa d’aglio per staccarlo velocemente dalla sua pelle. Niente ammollo, neppure tagli preventivi o microonde: è tutta questione di lama appuntita e giusta pressione.

Per eliminare i dubbi dei più scettici Helen Rosner del New Yorker ha deciso di provare in prima persona questo trucchetto, e ha condiviso con i lettori i segreti perché la manovra funzioni perfettamente: “Il primo è quello di infilare la lama proprio nell’angolo dello spicchio, ovvero dove il suo lato esterno curva e incontra quello successivo. Il secondo è che è necessario tirarlo via in due colpi: uno per staccare lo spicchio del suo stelo e il secondo per allentarlo dalla sua buccia”.

Il terzo e più importante segreto, però, è “il dito della mano che maneggia la lama e, durante la procedura, spinge saldamente sul lato opposto dello spicchio tenendolo insieme in modo che il coltello non si limiti a tagliarlo a metà. […] Alla fine, sono diventata una quasi esperta di questa spinta e torsione: i pezzi d’aglio hanno iniziato a saltare via come tappi di champagne”.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti