Come si pratica un aborto

L'aborto è una pratica regolata dalla legge e bisogna seguire una prassi precisa e dettagliata per l'intervento

Molto spesso dei ritardi mestruali possono destare preoccupazione, ma non si è necessariamente incinta. Un test di gravidanza, facilmente acquistabile in farmacia, ha un’attendibilità superiore al 99%, e può indicarci l’eventuale gravidanza.
L’aborto è una pratica medica regolata dalla legge 194/78, per cui esistono dei rigidi criteri per effettuarlo.
Dopo il test di gravidanza, nel caso sia positivo, se avete intenzione di abortire, rivolgetevi a un consultorio che vi indirizzerà in una struttura medica nella vostra zona.
In quell’occasione sosterrete un colloquio con un medico che vi rilascerà un certificato che attesti il vostro incontro. Da qual momento avrete una settimana di tempo per pensare e capire se l’aborto è ciò che volete.

Potete scegliere due pratiche per abortire, entrambe molto efficaci: quella chirurgica e quella chimica. La prima -in anestesia locale o totale- può essere effettuata entro 90 giorni dall’ultimo giorno di mestruazione; la seconda entro i primi 49 giorni, per somministrazione di farmaci specifici.

Sottoporsi ad un aborto farmacologico è meno invasivo. Ci dovrà essere un ricovero, ma nell’arco di poche ore, dopo la somministrazione di due farmaci (RU486 e Postaglandine).
Il primo farmaco che vi somministreranno bloccherà lo sviluppo embrionale, mentre il secondo serve a favorire lo svuotamento dell’utero per contrazione.

L’aborto strumentale o chirurgico, praticato entro 90 giorni (salvo eccezioni, legate a particolari stati di salute), avviene per isterosuzione. Con una cannula (del diametro di una penna), collegata a una pompa a vuoto, viene aspirato l’utero.
Con una pulizia semplice, si chiude l’intervento.

Le minorenni dovranno coinvolgere i genitori. Infatti, saranno loro a dover firmare il certificato di consenso, essendo il minore, per legge, impossibilitato a compiere un atto come quello dell’aborto.
Dopo l’aborto, per prassi, avrete il supporto di uno psicologo.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti