Come si riconosce il gelato artigianale

Per riconoscere il gelato artigianale possiamo utilizzare degli indicatori: il colore, la stagionalità, l'abbondanza sono solo alcuni

Fonte: Pixabay

Se dessimo retta alle insegne che troviamo in ogni strada italiana, nel nostro Paese esisterebbero più gelaterie artigianali che in tutto il resto del mondo. Purtroppo, spesso la genuinità espressa dall’aggettivo ‘artigianale’ non sempre è garantita, poiché non sempre tutte le fasi di preparazione del gelato sono ‘artigianali’.

Nella maggior parte dei casi, i gelatieri nostrani utilizzano basi preconfezionate dalle ditte fornitrici. Basi che contengono prodotti addensanti ed emulsionanti. Malgrado questa tendenza metta in crisi il consumatore, esistono dei metodi per capire se il gelato sia realmente artigianale (cioè preparato partendo direttamente dalle materie prime), o se, al contrario, sia prodotto con basi industriali.

La cresta della montagna, i colori accesi e la stagionalità

Spesso capita di vedere dietro al bancone frigorifero delle gelaterie, cumuli, “cime” di gelato ammassate nelle vaschette. L’effetto è pirotecnico e dovrebbe rubare l’occhio. Tuttavia, sotto la montagna spesso si nasconde il trucco. Per rimanere in quella posizione senza crollare, il gelato ha bisogno di un consistenza innaturale, una consistenza che potrebbe essere garantita da componenti industriali.

I colori fluo sono un altro segnale della scarsa probabilità che il prodotto sia del tutto artigianale. Nel momento in cui trovate dietro al bancone dei gusti ( ad esempio fragola, limone etc) che non hanno nulla a che vedere con i prodotti di stagione, allora avete quasi la certezza che siano stati utilizzate materie prime liofilizzate o addirittura additivi chimici. 

Lista degli ingredienti e prova del cucchiaino

Il modo più diretto, sfacciato e assolutamente infallibile per sapere se il gelato è davvero artigianale è quello di chiedere la lista degli ingredienti. Vi basterà leggere e superare l’imbarazzo che dovrebbe accompagnarvi per i prossimi dieci anni, per conoscere la qualità del prodotto.

Un metodo altrettanto invadente ma ‘sperimentale’ è quello di comparare i tempi di scioglimento del gelato. Il prodotto che non usa addensanti si scioglie con maggiore rapidità e i bordi si scontornano più facilmente sul cucchiaino. L’inconveniente è che dovete entrare in gelateria con un gelato artigianale pronto per il test se volete davvero eseguire la comparazione in modo più o meno adeguato.

TAG:

Contenuti sponsorizzati

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti