Consip, Lotti respinge le accuse: "Non sapevo dell'indagine"

Ai pm: non capisco perché qualcuno mi attribuisce questa cosa

Fonte: Copyright (c) APCOM.

Roma, 27 dic. (askanews) – E’ durato circa un’ora e mezza l’interrogatorio dei pm della procura di Roma al ministro dello Sport, Luca Lotti. L’ex sottosegretario del governo Renzi è stato ascoltato nel pomeriggio dagli inquirenti, in un luogo riservato, in seguito alla sua richiesta di essere sentito circa un suo presunto coinvolgimento – come riportato nei giorni scorsi da “il Fatto quotidiano” – in un’indagine per una fuga di notizie in un’inchiesta della procura di Napoli sugli appalti Consip. Secondo il quotidiano, l’ex sottosegretario del governo Renzi sarebbe indagato per favoreggiamento e rivelazione di segreto d’ufficio.

Davanti i pm Lotti ha respinto tutte le accuse negando ogni coinvolgimento: “Non capisco perché qualcuno mi attribuisca questa cosa”, ha detto ai pm, spiegando che non era a conoscenza dell’indagine della procura di Napoli e quindi non ne avrebbe potuto riferire dettagli. Quanto ai rapporti con l’amministratore delegato di Consip Luigi Marroni, Lotti ha spiegato di averlo visto due volte nell’ultimo anno e comunque di non frequentarlo.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti