Contraccezione maschile: il gel sperimentale

Esistono diversi contraccettivi. In molti di questi si hanno percentuali basse di insuccesso. Sta per nascere un altro che pare essere sicuro al 100%

Fonte: Twitter

Esistono diversi tipi di contraccettivo. In molti di questi si hanno percentuali basse di insuccesso, tuttavia la ricerca in questo campo sembra non voglia proprio fermarsi. Recentemente, alcuni ricercatori americani stanno sperimentando su conigli e macachi il Vasalgel.

Questo strumento, tuttavia, non si avvicina tanto al più noto preservativo, per efficacia, quanto piuttosto alla vasectomia, operazione che impedisce all’uomo di poter fecondare la donna. Il suo effetto comunque è facilmente reversibile e non eterno come invece nel caso del ben noto intervento.

Il Vasalgel è stato sperimentato sui macachi della specie Rhesus durante i sei mesi della loro stagione d’amore. Questo perché l’80% delle femmine di questi animali, durante questa fase, viene ingravidata. Il nuovo contraccettivo, secondo la rivista “Basic and Clinical Andrology“, ha impedito che le femmine di macachi rimanessero incinte. Un risultato notevole dunque se si pensa al periodo selezionato.

Come funziona

Si tratta di un gel che non si spalma, ma si inietta in loco. Non è un prodotto farmacologico e viene immesso direttamente nei dotti incaricati di portare lo sperma verso l’uretra, partendo dai testicoli, ossia i vasi deferenti. Il Vasalgel ha un solo effetto collaterale per adesso e pare che non si tratti di depressione.

In un solo caso su 16 si è presentato un granuloma spermatico. Capita anche nei casi di vasectomia e non è un qualcosa di preoccupante. Lo ha dichiarato Catherine VandeVoort, ricercatrice del California National Primate Research Centre. La specialista ha, dunque, confermato lo straordinario risultato e la quasi totale assenza di reali effetti dannosi del Vasalgel. Promette dunque che questa nuova soluzione sarà una vera e propria rivoluzione nel campo.

La differenza con altri contraccettivi.

Se si raccomanda di controllare lo stato di un preservativo, anche appena acquistato, un motivo ci sarà. Il Vasalgel interviene direttamente sui dotti e per tale ragione comporta meno rischi di altri contraccettivi. Inoltre, come si è già detto, non causa gli stessi problemi fisici o psichici, di altri rimedi quali la pillola.

Dunque se ancora non si sa quale contraccettivo usare  Vasalgel in futuro potrebbe essere la risposta. In questo ambito, ossia quello della ricerca scientifica sperimentale, non bisogna mai correre. Con buona probabilità bisognerà attendere anche altri test prima di poter gridare effettivamente alla rivoluzione.

 

Contenuti sponsorizzati

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti