Cos'è Calisutra, l'ultima opera di Franco Califano

Ecco cos'è Calisutra, l'ultima opera di Franco Califano in cui racconta tutta la sua vita

Franco Califano moriva quattro anni fa, dopo una vita grandiosa fatta di arte, donne e grandi passioni. Il suo lascito al mondo, oltre a canzoni di rara bellezza come “Tutto il resto è noia”, è “Calisutra, storie di vita e casi dell’amore raccontati dal Maestro”, il libro, edito da Castelvecchi, in cui racconta la sua esistenza.

D’altronde la vita del Califfo è stata una sorta di romanzo, fra arresti, amori finiti male e colpi di scena. Fra queste pagine c’è tutta la vita di Califano: le sue mille donne, la ricchezza, i boss della malavita romana, l’arresto e i viaggi a Parigi. Un’esistenza costellata di avventure che ha affascinato da sempre il pubblico e che il cantautore romano ha voluto raccontare.

In “Calisutra”, Califano ha voluto ripercorrere le tappe della sua vita. Gli inizia nella periferia di Roma, con le prime avventure sessuali (“Una vedova – racconta il Maestro -, madre di un mio compagno di scuola. Aveva 33 anni, io 13. Fece tutto lei”) e la voglia di conquistare il mondo.

Poi la dolce vita, i night di via Veneto, le macchine veloci e le donne (più di mille secondo quanto ricorda Califano) e la musica, arrivata quasi per caso quando Edoardo Vianello gli suggerì: “Perchè non scrivi una canzone?”. Ed è così che nel 1964 arrivò “Da molto lontano”.

Poi l’arresto e il carcere per possesso di droga: “La faccia c’era – ricorda Califano nel libro -, la lacrima mai e la mamma che piange neanche, era già morta, ero il colpevole perfetto”. Un momento difficile da cui è ripartito più forte di prima, con il grande concerto di Imola che ha segnato la sua rinascita.

Nel libro “Calisutra” però Califano parla soprattutto di donne e dà anche consigli per il corteggiamento. “Devono avere un particolare che mi colpisce – spiega – affermando di andarsene sempre, ma con classe. Lascia la donna  – si legge nel libro – con le parole che le facciano compagnia fino a che non trovi un altro. Anche perché una volta finita quella storia, lei torna dritta dritta da te”.

“Il sesso io parlerei solo di quello – continua Califano nel testo, spiegando di averlo scritto – per i giovani che vedo sprovveduti e cerco di aiutarli con la mia esperienza. Io sono credibile, si capisce che non racconto balle”.

Contenuti sponsorizzati

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti