Cos'è East End, il cartone dissacrante che arriva al cinema

Arriva al cinema East End, il cartone dissacrante e politicamente scorretto che ha conquistato tutti

Dal 3 maggio arriva al cinema “East End”, il cartone italiano dissacrante e divertente che ha conquistato tutti. Il film d’animazione è scritto e diretto da Luca Scanferla e Giuseppe Squillaci, conosciuti come Skanf & Puccio, con le animazioni di Canecane. Si tratta di un’opera davvero insolita, unica nel suo genere e coraggiosa, arrivata dopo tre anni di lavoro. Il cartoon politicamente scorretto ambientato in una Roma, segnata dalla corruzione e dall’abusivismo edilizio. Protagonisti due gemellini nerd, che dirottano il segnale di un satellite militare sullo stadio Olimpico per poter seguire il derby Roma-Lazio senza pagare.

Leo, Lex, Vittorio e gli altri protagonisti di “East End” tornano in una pellicola che strizza l’occhio a “South Park” e che farà ridere e riflettere gli spettatori. Nella periferia est di Roma, nel quartiere East End, i protagonisti si metteranno nei guai sottraendo gli Stati Uniti il satellite super segreto che stanno usando per catturare Al Zabir Muffat, un pericoloso terrorista. E mentre i leader mondiali cercheranno di risolvere il mistero di Golia, il super satellite scomparso, i bambini di East End si dovranno districare fra mille avventure, fatte di bullismo, problemi da risolvere e adulti inaffidabili.

Il cartoon è finito nella polemica a causa di una censura. Non potranno andarlo a vedere al cinema i ragazzi di età inferiore ai 14 anni per il rischio di emulazione. Non sono valse a nulla le proteste dei realizzatori, che hanno invece tentato di proteggere lo spirito della pellicola dalle critiche.

“East End” è una co-produzione fra Italia e Spagna, con scenografie realizzate a mano, mentre la canzone dei Superobots, “Tu sei amico mio” è stata scritta appositamente per il film. “Il lavoro sui bambini e sui loro caratteri è stata la parte più divertente e studiata del film – hanno svelato i creatori -. Abbiamo lavorato per costruire un equilibrio di gruppo, dove il loro semplice essere “loro”, genera spontaneamente nuove avventure: Leo è il bambino posato e saggio a cui si contrappone Lex, scatenato e rabbioso a causa dei suoi problemi familiari. Vittorio, bello e ricco, nasconde ai primi due un terribile segreto, mentre Camilla, una bambina decisa a tutto, è da sempre innamorata di lui”.

Parlando dei personaggi hanno poi aggiunto: “I due gemelli, Michele e Gabriele progettano attrezzature per portare a Roma l’Aurora Boreale mentre Ugo, loro cugino, deve superare il trauma della morte della mamma e cerca in Domitilla, una deliziosa bambina fantasma, un modo di entrare in contatto con l’aldilà. I bambini hanno la meravigliosa dote di affrontare la vita con ingenuità e speranza, di vivere molte esperienze per la prima volta. È così che affrontano le difficoltà, liberandosi attraverso l’amicizia dai legami e dai pregiudizi imposti dagli adulti, spesso più immaturi e inadatti alla vita di loro”.

Contenuti sponsorizzati

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti