Cos’è il catio, il patio per gatti di cui tutti parlano

Tra le tendenze del momento, per chi ama i felini, c’è il catio, letteralmente un patio per gatti. Ecco di cosa si tratta.

12 Giugno 2021
Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!

Negli Stati Uni, ormai, non c’è famiglia con gatti che non ne abbia uno o che non stia pensando di realizzarlo. L’ultima tendenza felina d’oltreceano si chiama catio, termine che indica letteralmente “patio per gatti”. E piano piano questa moda inizia a farsi strada anche nel nostro Paese perché garantisce uno spazio sicuro e ludico ai nostri amici a quattro zampe. Inoltre, è utile anche per proteggere gli uccelli dagli attacchi felini. Ma di cosa si tratta? Vediamolo più nel dettaglio.

Il catio è un ambiente recintato che offre ai mici un’area sufficientemente ampia per muoversi all’aria aperta ma protetti. E proprio il duplice aspetto di sicurezza e gioco rende questo ambiente particolarmente appetibile ai felini e ricercato da i padroni. Ovviamente, per la sua realizzazione è necessario un giardino, un normale patio o comunque un affaccio all’aperto che possa ospitare le adeguate recinzioni.

I materiali più comuni sono legno e filo metallico con cui viene realizzata la struttura principale, ma c’è di più. Oltre al recinto, infatti, questo habitat è allestito con tutto il necessario per rispondere ai bisogni dei felini, giochi compresi. Un vero e proprio paradiso per gatti, insomma. E in America i proprietari stanno investendo anche cifre a tre zeri pur di fornire ai mici ogni tipo di dotazione per un parco giochi domestico.

Niente a che fare, dunque, con recinti da cortile fai-da-te ma veri e propri spazi attrezzati che evitino fughe inavvertite, ormai entrati nella cultura comune a stelle e strisce. A tal punto che a Portland, in Oregon, è stato messo a punto tour a piedi che tocca molti degli oltre seicento catio della città. E i partecipanti non mancano, con oltre mille presenze in un mese.

Al di là delle strutture più complesse, ci sono elementi che non possono mancare per la gioia di ogni gatto. Qualche esempio? Tappeti, cuscini, cuccette, coperte, mensole e, naturalmente, un bel tiragraffi.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti